Gallo: ´a Giuseppe Tiano convinta e piena solidarietà ”

IL SINDACO di Rogliano, Giuseppe Gallo (nella foto), ha espresso “convinta e piena solidarietà ” al sindacalista della Cgil, Giuseppe Tiano, raggiunto nei giorni scorsi da un provvedimento d’indagine emesso dalla Procura di Torino in seguito ai fatti avvenuti nell’ambito delle manifestazioni ‘No Tav’ del 27 giugno e del 3 luglio 2011 in Val di Susa. La notizia delle indagini a carico di Tiano è stata confermata dalla stessa Cgil, che ha riferito come il sindacalista cosentino sia stato prima fermato, poi rilasciato e denunciato in stato di libertà . Roglianese, dirigente della Filctem-Cgil, Tiano è molto conosciuto per le sue prese di posizione a sostegno dei lavoratori, dei meno abbienti e degli immigrati. “Lo conosco troppo bene – ha affermato il primo cittadino – per dire che le sue battaglie sono sempre state improntate alla massima civiltà , tolleranza e non violenza”. “Io sono convinto – ha proseguito il sindaco Gallo – che la magistratura chiarirà  tutto in tempi brevi ripristinando la verità  su questa vicenda”. La Procura torinese, ricordiamo, ha emesso venticinque provvedimenti di custodia cautelare in carcere, quindici misure d’obbligo di dimora, un provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari ed una misura di dimora nella provincia di Torino. Inoltre, ha disposto undici provvedimenti di perquisizione personale e domiciliare. I reati contestati sono resistenza a pubblico ufficiale, violenza e minaccia, lesioni e danneggiamento aggravato compiuti in concorso. “A Giuseppe – ha concluso Gallo – dico di continuare a portare avanti le sue convinzioni e le sue battaglie sia come sindacalista che come espressione di quei movimenti che si battono a sostegno dei più deboli”. Più volte, infatti, l’esponente della Cgil ha partecipato ad iniziative relative a vertenze importanti che hanno riguardato il mondo dell’industria, del precariato e dei pubblici servizi. Nel Savuto è stato in prima linea nelle manifestazioni a favore dei lavoratori del comparto di Piano Lago e di quelli appartenenti al bacino degli Lsu-Lpu. Con quest’ultimi ha condiviso le estenuanti difficoltà  derivanti da una situazione rimasta in buona parte irrisolta. I vertici della Cgil Cosenza hanno fatto sapere che seguiranno con attenzione gli sviluppi giudiziari e politici della vicenda “sicuri e fiduciosi che il compagno Tiano riuscirà  a dimostrare l’estraneità  ai fatti contestati dai magistrati di Torino”. In particolare, il segretario della Fiom Calabria, Mario Sinopoli, ha ricordato che Giuseppe Tiano “combatte ogni giorno per il lavoro, per la democrazia e la giustizia sociale in una terra martoriata dalla ‘ndrangheta e dalla mala-politica”. Secondo la Cgil Tiano ha partecipato agli avvenimenti ‘No Tav’ non nelle sue funzioni di sindacalista ma a titolo personale a condivisione delle idee espresse dal movimento che da tempo si batte contro la realizzazione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione considerata un’opera inutile. Del resto, il dirigente della Filctem è impegnato anche nel dibattito promosso dai comitati e dalle associazioni che si battono contro la privatizzazione dell’acqua, la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini.

Gaspare Stumpo

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com