Chiusura servizio di Farmacia: è polemica

Al ‘S. Barbara’ torna a far discutere il trasferimento del servizio di Farmacia. Questa volta la polemica è legata al presunto ritardo della fornitura dei medicinali. La denuncia arriva dal sindacato Uil tramite il dirigente Antonio Pascuzzo. Per quest’ultimo infatti “dopo la decisione di chiudere il servizio Farmacia, che ha prodotto un nuovo depauperamento, al S. Barbara (nella foto) è stato constatato il ritardo sull’approvvigionamento dei farmaci con rischio, qualora non si dovesse provvedere, legato al normale funzionamento delle unità  operative”. “La Uil – afferma Pascuzzo – è preoccupata perché in tal caso potrebbe configurarsi anche una interruzione di pubblica attività ”. Il sindacalista coglie l’occasione per chiedere una convocazione al direttore generale Paolo Maria Gangemi diretta ad affrontare le ultime problematiche del nosocomio roglianese. “Un servizio di Farmacia può essere decentrato ma – rileva l’interessato – con l’impegno, considerato che si tratta di un plesso ospedaliero, di eseguire il rifornimento in tempi ragionevoli”. L’esponente sindacale pone l’accento pure sui risultati conseguiti dal ‘S. Barbara’ solo per quanto riguarda le prestazioni ambulatoriali e quelle di day surgery. E ciò dopo la chiusura del reparto di Chirurgia generale. Circa seicento interventi eseguiti da luglio a dicembre 2011. “Un risultato interessante che testimonia l’operatività  dello stabilimento in sinergia con l’Annunziata. Quest’ultimo – prosegue il sindacalista – inevitabilmente congestionato dopo la riconversione dei pronto soccorso di Rogliano, S. Marco Argentano, S. Giovanni in Fiore, Lungo e Acri”. Per questo la Uil auspica l’intervento del sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, in qualità  di presidente della Conferenza dei Sindaci. “Invitiamo il primo cittadino – conclude Pascuzzo – a sostare qualche ora nelle aree chirurgica e medica di Emergenza per valutare da vicino la situazione pertinente al Pronto soccorso dell’Annunziata”. Tornando alla questione del rifornimento medicine, di diverso avviso rispetto allo stesso Pascuzzo, il dirigente medico di Direzione sanitaria, Franco Alessio, per il quale “i farmaci essenziali ci sono” e “ogni giorno arriva una macchina” dalle sedi di Cosenza per la relativa distribuzione. Sempre sul ‘S. Barbara’ – il direttore medico Osvaldo Perfetti si è detto “fiducioso” a proposito del progetto di riordino della struttura in rapporto alle decisioni contenute nel Piano di rientro. “Il presidio di Rogliano – ha fatto sapere Perfetti – può trovare una valida collocazione nell’Azienda ospedaliera escludendo gli sprechi che ci sono stati in passato”. 

G. St.

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com