Trasporti, incontro tra FdC e utenti del Savuto

IL CONSIGLIERE regionale di Italia dei Valori, Mimmo Talarico, è intervenuto ancora una volta sullo stato del comparto ferroviario, più nello specifico su quello riguardante la situazione della linea Cosenza-Catanzaro delle Ferrovie della Calabria. Talarico, assieme ad una delegazione di pendolari residenti nell’area del basso Savuto, ha incontrato i dirigenti delle Fdl presso gli uffici di Vaglio Lise. All’incontro, durante il quale sono state esposte le problematiche relative alla tratta Cosenza-Rogliano-Colosimi, ma soprattutto al servizio su gomma che più volte, negli ultimi tempi, ha creato difficoltà  a lavoratori e studenti, hanno partecipato il direttore generale di FdC, Giuseppe Lo Feudo, e il responsabile dei centri automobilistici di Cosenza e Castrovillari della stessa azienda, Sergio Aiello. “I casi verificatisi recentemente nel comune di Colosimi sono per molti aspetti paradigmatici dei disagi che i pendolari calabresi, da un capo all’altro della regione, sono costretti a vivere da un po’ di tempo a questa parte. Ad ogni buon conto – ha fatto sapere Talarico – colgo favorevolmente la disponibilità  dimostrata dai vertici di Ferrovie della Calabria, nella speranza che ad essa possano seguire in tempi brevi azioni concrete volte a migliorare il servizio e ad elevare il livello di sicurezza dello stesso”. “I casi di cui sopra – ha concluso l’esponente di Idv – si inseriscono in un contesto di estrema sofferenza dell’intero sistema della mobilità  della nostra regione”. Dal canto loro le Ferrovie della Calabria hanno manifestato disponibilità  rispetto alle richieste dei cittadini-utenti e l’impegno a verificare le condizioni dei servizi per evitare, in futuro, altri possibili disagi ai viaggiatori. Nella Valle del Savuto, ricordiamo, il settore della mobilità  risulta tra i più problematici del Mezzogiorno: il contesto viario è vetusto, quello ferroviario inadeguato e la rete dei servizi non risponde alle esigenze delle popolazioni anche per la mancanza di investimenti. La conseguenza è rappresentata da forme sempre più accentuate di isolamento territoriale, con ripercussioni sociali ed economiche che penalizzano la qualità  della vita soprattutto nelle aree più marginali della vallata.

G. St.

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com