´Le FdC collettore unico di trasporto intermodale”

IL PISL ‘Im.pre.sa.’ come valore aggiunto al progetto di metrò leggera Cosenza-Rende-Unical. Se n’è discusso durante un incontro tra la componente della commissione ‘Politiche comunali per la conurbazione’ e i rappresentanti delle organizzazioni Cgil, Cisl, Faisal e Cisal, che si è tenuto presso la Casa delle Culture di Rogliano. L’assemblea ha ricordato come la piattaforma presentata su una delle tipologie del Programma Integrato di Sviluppo Locale (Pisl) trovi senso nella discussione politica avviata a metà  degli Anni Novanta che già  allora, ricordiamo, aveva posto al centro dell’interesse l’esistenza di una linea ferrata in grado di assicurare il trasporto da e per il capoluogo di regione e la città  di Cosenza. La stessa tratta che dopo quasi cento anni dalla sua realizzazione ha bisogno di un ammodernamento capace di adeguare l’infrastruttura delle Ferrovie della Calabria agli standard e alle esigenze della mobilità  extraurbana. Nato dal partenariato tra enti delle aree Savuto e pre Sila in collaborazione con il comune di Cosenza e le FdC, il ‘Mobilità  Impresa Cosenza’ prevede un investimento pari a undici milioni di euro per l’elettrificazione della linea Cosenza-Rogliano, l’adeguamento del tracciato e la realizzazione di alcune zone di interscambio nei territori di Rogliano, Mangone (Piano Lago) e Pedace. Giudicata ammissibile la proposta rappresenta una opportunità  strategica per l’ottimizzazione del trasporto locale su rotaia. Durante l’incontro il segretario della Cisl Airano ha posto l’accento sull’occasione rappresentata dal Pisl che potrà  “consentire l’innesto dei futuri mezzi della metro, oltre ai benefici in termini ambientali e di confort viaggio”. L’obiettivo è quello, infatti, di rendere il comparto ferroviario collettore di un sistema unico di trasporto intermodale con una struttura a pettine di adduzione con autobus che potrà  servire i centri periferici distanti dalle stazioni e collegarsi con l’aeroporto di Lamezia Terme “diventato importante – a giudizio degli interessati – per le esigenze trasporto fuori regione sia a causa ‘dell’abbandono’ di FS delle ‘tracce’ da e per il nord d’Italia, sia per i servizi che le compagnie low-cost offrono sull’aeroporto lametino”.

G. St.

Nella foto: il treno di ultima generazione in esercizio sulla linea FdC Rogliano-Cosenza.

Fonte della Notizia: Il Quotidiano della Calabria.

 

Guarda il nuovo vettore delle Ferrovie della Calabria 

  [embedyt]http://www.youtube.com/watch?v=RTEeztpjqOA[/embedyt]

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com