Distretto sanitario, chiuso l’ambulatorio di Odontoiatria

IL PENSIONAMENTO dello specialista sarebbe alla base della chiusura del servizio di Odontoiatria presso il Distretto sanitario (Asp) di Rogliano. Una scelta dettata probabilmente anche dalla esiguità  dell’utenza, che in futuro potrebbe portare l’Azienda a scelte alternative rispetto ai maggiori fabbisogni dei cittadini. L’obiettivo potrebbe essere rappresentato dalla implementazione di un ambulatorio attrezzato per la diagnostica di Cardiologia, molto utile per il territorio, soprattutto per la popolazione più anziana, considerato che le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte nei Paesi più avanzati. Per il momento, però, si tratta solo di indiscrezioni. Come quelle che riguardano il trasferimento del ‘118’ dall’attuale sede del presidio ospedaliero ‘S. Barbara’ nella zona di Piano Lago. E ciò in concomitanza del trasloco degli uffici amministrativi dallo stabile attiguo alla struttura all’interno dell’area nosocomiale, che sta avvenendo in questi giorni. Un ipotesi che non troverebbe d’accordo né le forze politiche né tantomeno i sindacati. Anche l’Amministrazione comunale si è dichiarata “contraria” all’ipotesi ritenendo il servizio di 118  “organico ad un ospedale e almeno ad un Punto di primo intervento”. Giovanni Altomare, per esempio, si è appellato al centrodestra roglianese auspicando un maggiore impegno a salvaguardia e rilancio del nosocomio. “Il Pdl – ha scritto il vice sindaco – che è la parte politica più vicina agli assetti dell’Azienda e allo stesso Governatore che tali assetti ha deciso, è chiamato a fermare un’azione che è di tutto danno di tutto il sistema ospedaliero”. “In questo senso – ha affermato ancora Altomare – la politica locale può e deve dare segnali di crescita e di maturità , visto che, più generalmente, è in gioco la credibilità  della politica”.

Gaspare Stumpo

 

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com