Al via le celebrazioni in ricordo di Giacomo Mancini

PARTIRANNO domani le celebrazioni in ricordo del leader socialista: “Caro Giacomo. Nel decennale della scomparsa di Giacomo Mancini: le immagini, la storia, le testimonianze”. Tre giorni di eventi organizzati dalla Fondazione Mancini con il patrocinio della Regione Calabria, del Comune di Cosenza e della Fondazione Carical. Si inizierà  appunto domani, 31 marzo alle ore 11 al Palazzo di Città  di Cosenza, con il taglio del nastro della mostra fotografica “Itinerario di un leader”, curata da Antonio Renda. Mancini sarà  ricordato attraverso più di cento fotografie, distribuite su 52 pannelli, che saranno esposte a Palazzo dei Bruzi. Domenica 1 aprile alle ore 18, al Cinema Modernissimo di Cosenza sarà  proiettato il film dal titolo “Il Leone Socialista: le battaglie politiche di Giacomo Mancini”, per la regia di Giuseppe Petitto e da un soggetto di Sergio Dragone. Si chiuderà  poi con un grande evento lunedì 2 aprile alle ore 16, al Teatro Rendano di Cosenza, con un importante convegno sul tema “Storia e Attualità  di Giacomo Mancini”, al quale interverranno personalità  della politica, del giornalismo e del mondo accademico. Il dibattito, moderato da Alberto Matano del Tg1, vedrà  confrontarsi sulla figura di Mancini: Annamaria Terremoto (caporedattore Tg3 Calabria) sul tema “Mancini e le donne”; Nino Calarco (direttore Gazzetta del Sud) su “Mancini e il giornalismo calabrese”; Paride Leporace (direttore Il Quotidiano della Basilicata) su “Mancini e il rapporto con i media”; Pippo Marra (direttore Adnkronos nazionale) di “Mancini e la sua calabresità ”; Attilio Sabato (direttore Tele Europa Network) su “Mancini il Primo Attore”; Piero Sansonetti (direttore Calabria Ora) su “Mancini e gli anni di piombo”. Tra le altre personalità  che interverranno anche: il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro parlerà  di “Mancini e il meridionalismo”; lo storico e scrittore italiano, Roberto Chiarini, relazionerà  su “Mancini e Craxi: amici/nemici”; l’opinionista Renato Farina discuterà  di “Mancini e la stagione del sospetti”; il professore universitario Marco Gervasoni parlerà  di “Mancini e il centrosinistra”; Renato Meduri, politico e giornalista, racconterà  “Mancini e la nascita della Regione”; il leader dei Radicali Marco Pannella parlerà  di “Mancini e i diritti civili”; di “Mancini e il socialismo tricolore” discuterà  lo storico Giuseppe Parlato; Maurizio Scaparro, regista e critico teatrale, parlerà  di “Mancini e gli intellettuali”; Carlo Vulpio, giornalista e scrittore, concluderà  con la sua relazione sul tema “Mancini e il giornalista”. L’inizio dei lavori sarà  preceduto dai saluti del Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto; del Presidente Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti; del Presidente Consiglio Regionale Calabria, Francesco Talarico; dell’Assessore alla Cultura Regione Calabria; Mario Caligiuri; del Presidente Fondazione Carical, Mario Bozzo; del Presidente Fondazione Mancini, Pietro Mancini.

Fonte: Fondazione Giacomo Mancini.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com