Il mistero del pacco fantasma

DOVEVA essere consegnato in due giorni ma del pacco spedito lo scorso 2 aprile non si hanno ancora notizie. O meglio, le Poste hanno fatto sapere che l’oggetto è stato spedito e che presto dovrebbe arrivare a destinazione. Quando? L’interessato, un pensionato residente a Rogliano, spera il prima possibile, considerato che sono trascorsi ormai quasi quindici giorni dalla data di spedizione avvenuta da un paese della provincia di Firenze, con tariffa celere. “Ho chiamato presso la sede di Roma ma – ha fatto sapere l’interessato – non mi hanno saputo fornire indicazioni certe sulla consegna. Che ad oggi (17.04.2012, nda) non è ancora avvenuta. Tutto questo è assurdo, cosa devo fare?”. L’uomo, che ironia della sorte è un ex dipendente delle Poste, in passato era stato già  vittima di un disguido. Nel settembre 2001, infatti, un pacco spedito a Treviso era stato mandato per errore a Trento. In più, dopo qualche giorno, il pensionato si era sentito dire che lo stesso era giacenza perché manomesso. E di andarlo a ritirare in ufficio, personalmente. “Si tratta di situazioni inconcepibili. Com’è possibile, specialmente nel 2012, che accadano ancora queste cose? (g. st.)

Su Il Quotidiano della Calabria ogni giorno notizie e curiosità  dal Savuto

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com