Canonizzazione Don Mauro, chiusa fase diocesana

CON LA PRESENZA ufficiale del sindaco Giuseppe Gallo la Città  di Rogliano ha partecipato alla cerimonia di chiusura della fase diocesana del processo di canonizzazione di don Gaetano Mauro, che si è svolta nei giorni scorsi a Montalto Uffugo. Un iter lungo dieci anni che ha consentito di raccogliere scritti e memorie relativi alla vita e all’opera del fondatore dell’Ordine degli Ardorini. La cerimonia religiosa è stata presieduta dall’arcivescovo di Cosenza, mons. Salvatore Nunnari. Hanno partecipato, tra gli altri, i sindaci di Montalto Uffugo, Ugo Gravina, di Rogliano, Giuseppe Gallo, i vescovi Serafino Sprovieri (emerito di Benevento), Gianfranco Todisco (Melfi), il superiore generale dei Cappuccini, Antonio Urso, la congregazione Ardorina guidata da padre Ermolao Portella, altri importanti religiosi e uomini delle istituzioni. Il fondatore dell’Ardor era nato a Rogliano il 13 aprile 1888, nel rione Cuti, a pochi metri dalla chiesa di Santa Maria. Ordinato presbitero il 14 luglio 1912, due anni più tardi era stato nominato parroco di Montalto Uffugo, Comunità  in cui ha svolto l’attività  di missionario al servizio dei giovani e, soprattutto, degli ultimi. Proprio a Montalto, al termine della Grande Guerra, don Mauro aveva avviato il Ricreatorio e costituito l’Associazione Religiosa dei Catechisti Rurali. A Rogliano, nei mesi scorsi, è stato presentato il libro ‘Il niente in mano di Dio’ – curato dal giornalista Enzo Romeo – che racchiude la biografia dell’illustre religioso ed educatore. Figura di primo piano della chiesa cosentina tra gli Anni Venti e Sessanta del secolo scorso – il ‘Decano’ – come era conosciuto don Mauro – è stato ricordato dall’Associazione ‘Club degli Amici’ in occasione dei centoventi anni della nascita con una lapide posta (nella foto) sulla facciata della casa natale situata in un vicolo (oggi via Salvo d’Acquisto) dell’attuale viale Antonio Guarasci (un tempo viale Margherita). I documenti sulla vita e l’opera di don Mauro saranno inviati alla Congregazione per la Causa dei Santi, a Roma. (r.s.)

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com