Il sindaco di Gallo chiede un incontro al Prefetto

LA VICENDA che ha interessato il gruppo di immigrati ospiti nel Centro di seconda accoglienza di Rogliano è stata seguita dal sindaco Giuseppe Gallo (nella foto), che nelle scorse ore ha fatto sapere di aver chiesto un incontro al Prefetto “perché – ha scritto – ci sia un confronto in merito a quanto sta accadendo”. A giudizio del primo cittadino infatti “era prevedibile che si arrivasse a ciò: i tanti mesi di attesa per il rilascio dei permessi e i disagi che vivono i profughi nella struttura, iniziano a non essere più sopportabili. Se poi all’interno della struttura di accoglienza, per come affermato,  si verificano condizioni di sfruttamento, violazioni di diritti umani e condizioni igienico-sanitarie al limite, è compito delle Autorità  preposte verificarlo ed intervenire immediatamente”. “L’Amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco – fin dall’inizio ha espresso la sua contrarietà  a questo sistema di accoglienza predisposto dalla Protezione Civile Regionale e ribadisce la sua convinzione che tale emergenza umanitaria debba essere gestita direttamente dai Comuni ma con numeri nettamente inferiori rispetto a quelli delle strutture alberghiere utilizzate per l’accoglienza”.

G. St.

Fonte: Parola di Vita.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com