Catanzaro, parte la mobilitazione di LsU-LpU

I SEGRETARI regionali di Nidil Cgil, Antonio Cimino, Felsa Cisl, Carlo Barletta, e Uil Temp, Gianvincenzo Petrassi, hanno confermato le iniziative di mobilitazione decise per rivendicare il progetto di stabilizzazione del bacino regionale dei precari LsU-LpU. Per giovedì 24 maggio 2012 è stato proclamato, infatti, un primo sciopero generale di categoria. Che si articolerà  con l’astensione dal lavoro per l’intera giornata, con presidio davanti a Comuni ed Enti utilizzatori. Le iniziative di mobilitazione unitarie – hanno fatto sapere nei giorni scorsi dal Sindacato – si sono rese necessarie vista la mancanza di risposte positive in merito all’avvio di un confronto fra Regione Calabria, Governo e Sindacati in merito ai processi di stabilizzazione del bacino LSU-LPU Calabrese, alla necessità  di garantire la copertura finanziaria di sussidi ed integrazioni fino al 31 dicembre 2012, e sulla annosa questione del riconoscimento della copertura previdenziale.

Le iniziative di mobilitazione dovrebbero essere articolate su base comunale, regionale e a valenza nazionale. Ovvero:
– Sciopero Regionale e presidio presso i Comuni e gli enti utilizzatori il 24 maggio 2012;
– Sciopero Regionale e presidio c/o Giunta Regionale a Catanzaro l’8 giugno2012;
– Sciopero Generale a valenza nazionale degli LSU e LPU Calabresi entro la fine di giugno 2012.

Fonte: Cgil, Cisl, Uil.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com