LpU-LsU: si mobilita anche l’USB

L’UNIONE Sindacale di Base (USB) ha proclamato una giornata di mobilitazione dei lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità  calabresi con presidio davanti all’assessorato regionale alle Attività  Produttive di Catanzaro, in via Lucrezia della Valle. In una nota a firma dei responsabili della Confederazione regionale l’USB ha criticato anche l’atteggiamento di CGIL, CISL e UIL (impegnate a manifestare per la stessa vertenza e nella stessa giornata) invitando i precari a scegliere “da che parte stare”. “Riteniamo sconcertante – si legge nel documento diffuso dall’Unione Sindacale di Base – che proprio chi ha contribuito in questi anni ad affossare le speranze dei lavoratori, firmando accordi che favorivano solo la controparte, che lo scorso anno hanno inferto un colpo mortale ai loro diritti, firmando il 28 giugno un ignobile accordo con Governo e Confindustria e che hanno dato il placet alla controriforma del lavoro e l’abrogazione dell’articolo 18, elevando la precarietà  a regola contrattuale, chiami ora a raccolta quei lavoratori che sono stati lungamente ignorati e ignobilmente traditi”. La manifestazione dell’USB è prevista per venerdì 8 giugno 2012, con inizio alle ore 9.30.

 

Una manifestazione dei precari calabresi LsU-LpU (a Villa S. Giovanni) promossa dall’USB

[embedyt]http://www.youtube.com/watch?v=H0sqnulB8Oo[/embedyt]

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com