Aiello, incontro sulla ‘rinascita’ della Valle Oliva

DOMENICA 10 giugno c.m. si è tenuto presso il teatro comunale di Aiello Calabro un incontro sulla rinascita della Valle Oliva, conosciuta come la “valle dei veleni”. L’iniziativa (nella foto) è stata promossa dai Giovani Udc della Provincia di Cosenza e dal movimento Alleanza di Progresso per Aiello. Ha partecipato all’incontro l’On. Roberto Occhiuto, vice presidente della commissione Bilancio alla Camera dei Deputati, già  fattosi carico del problema con varie interpellanze parlamentari e disponibile a proseguire lungo la strada già  intrapresa in passato con maggiore determinazione. Per lui spende parole di elogio ed ammirazione il segretario giovanile Andrea Bruni: "è fondamentale avere al nostro fianco persone che come l’on. Occhiuto pensano a costruire e formare una nuova classe dirigente responsabile e capace di affrontare di petto i dilemmi che purtroppo affliggono il territorio calabrese". “Inoltre apprezziamo per la vicinanza mostrataci” – continua Bruni – “la prof.ssa Marisa Fagà  in qualità  di presidente Arpacal e l’on. Alfonso Dattolo come presidente della commissione Ambiente del Consiglio Regionale della Calabria; per noi è importante la loro presenza partitica ma soprattutto istituzionale”. Particolarmente attenta alle sorti del comprensorio e di chi vi risiede è apparsa la dott.ssa Liliana Naccarato, consigliere comunale di Aiello Calabro per il gruppo Alleanza di Progresso per Aiello: “ringrazio la magistratura nella persona del dott. Giordano Bruno e le istituzioni presenti all’incontro per l’attenzione che pongono verso quest’annosa questione che mina la serenità  di tutte le famiglie e le mamme residenti nella zona, preoccupate per il presente ed il futuro dei propri figli”. Per il segretario provinciale dei Giovani Udc Andrea Bruni è doveroso parlare dell’incresciosa questione e smuovere le coscienze, soprattutto dei sindaci di Aiello Calabro e Serra di Aiello, che durante l’incontro polemicamente hanno sminuito fin troppo il problema: “Non è plausibile seguire la linea tracciata da alcuni amministratori locali, tacere e sottovalutare un fenomeno ambientale come quello che coinvolge tutti gli abitanti della Valle Oliva, specialmente dopo che dalle analisi effettuate è emerso che l’insieme dei valori rilevati supera i range consentiti e potrebbe comportare seri pericoli per l’intera collettività  e per la flora e la fauna del territorio”. L’incontro, che ha visto inoltre la partecipazione del prof. Alfonso Lorelli – Comitato “De Grazia” – del sig. Ernesto Cicero, Movimento Alleanza di Progresso per Aiello, ha costituito un momento non solo di analisi ma anche di proposta. In tal senso è e sarà  totale la disponibilità  tecnica dell’eccellente struttura scientifica dell’Arpacal, ente guidato dalla prof.ssa Marisa Fagà . Della necessità  di un maggior raccordo e dialogo tra le istituzioni locali ed il Consiglio Regionale e della possibilità  di approvare specifiche leggi regionali in materia, si è fatto carico l’on. Alfonso Dattolo che si impegnerà  ad audire in Commissione Ambiente tutti i soggetti interessati. Nonostante le ottime condizioni metereologiche consigliassero di passare una giornata al mare, nonostante la coincidenza con l’esordio della nazionale ai campionati europei, il fatto che la popolazione fosse lì presente a dialogare con le istituzioni per noi giovani riveste un significato di notevole importanza. Sono momenti come questi che ci spingono a non fermarci e a portare a compimento quel processo di rinnovamento che dovrà  investire la nostra regione.

Fonte: Giovani UDC Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com