Le ‘Pietre scarlatte’ di Ciro Servillo

MERAVIGLIOSO romanzo del roglianese Ciro Servillo pubblicato per i tipi della Comet Editor Press nella Collana ‘I Luoghi della Storia’. Un tuffo nell’Ottocento calabrese costruito con fantasia ma anche con tanti riferimenti storici, culturali, legati alla toponomastica, agli odori ed ai sapori di una tradizione alla quale l’autore, come ogni buon roglianese, non solo è legato ma si candida ad esserne orgoglioso custode. Ed anche se la storia immaginaria ambientata a Rogliano negli anni successivi all’impresa dei Mille, ben rappresenta tratti della vita, della cultura ed anche delle ansie del Savuto all’interno delle complesse ed interessanti vicende del periodo dell’Unità  d’Italia. Nelle pagine si coglie da una parte la concreta fatica di adattamento della popolazione alla piemontesizzazione del mezzogiorno, dall’altra la perdurante cultura feudataria che non è spenta dopo l’epopea garibaldina. I protagonisti del racconto diventano così icone del pregiudizio, del sopruso, ma anche dei sogni della gente comune, che forse non occupa nominalmente le pagine della storia, ma ogni giorno la costruisce nella terribile ferialità  del quotidiano. Il romanzo ci fa cogliere che, oggi come allora, mentre sembra che la storia sia fatta dai grandi personaggi, negli angoli della nostra terra c’è concretamente l’uomo che vive, fatica, ama, soffre e spera, e che tante volte è vittima di un destino che riesce a cambiare solo dopo inenarrabili sforzi.

Enzo Gabrieli *

* Direttore responsabile del settimanale ‘Parola di Vita’.


Nella foto, sopra: il professor Ciro Servillo. Nel riquadro la copertina del libro.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com