Una fiaccolata in onore di Maria Santissima delle Grazie

LA SUGGESTIVA quanto partecipata fiaccolata dalla chiesa di San Giorgio al Santuario di Camino ha concluso, a Rogliano, il Novenario in onore di Maria Santissima delle Grazie. Il lungo ‘serpente luminoso’ ha percorso il centro storico e si è diretto presso l’antica struttura religiosa dove, all’aperto, il parroco don Santo Borrelli ha celebrato il rito eucaristico. L’evento ha richiamato l’atmosfera di Lourdes, con preghiere, riflessioni e canti popolari dedicati alla Vergine. “Rallegratevi con quelli che sono nella gioia, piangete con quelli che sono nel pianto”. Il sacerdote ha citato le parole di Paolo di Tarso per contestualizzare il tema del dolore e la sua elaborazione in amore. Poi ha ripreso il significato del ‘Magnificat’ sottolineando l’esperienza della Madre di Dio durante l’incontro con Elisabetta: “Maria non resta imprigionata nel suo dolore ma è capace di trasformarlo in amore”. L’evento ha richiamato fedeli da tutto il comprensorio. Il Culto Mariano è particolarmente radicato nella tradizione storica e religiosa del luogo. Da sempre, infatti, il novenario della Madonna delle Grazie rappresenta uno dei momenti più sentiti all’interno della comunità  locale. Un tempo, ricordiamo, la statua della Madonna veniva portata  nelle frazioni silane ed al rientro, in piazza San Domenico, si svolgeva la benedizione degli autoveicoli che avevano partecipato al corteo. (G. St.)

Fonte: Parola di Vita. 

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com