Sul mercato domenicale il PD critica il PDL

Il PDL di Rogliano, ed in particolare qualche dirigente regionale, in una fase così critica per la nostra comunità  non ha nient’altro a cui pensare se non al mercato domenicale. Dimostrando ancora una volta di non conoscere il pudore, il centrodestra cittadino dimentica di ricordare ai roglianesi che proprio l’Amministrazione di centrodestra nel 2002 aveva come obiettivo quello di spostare il mercato esattamente dove è stato ubicato ora, conferendo a quel tempo un incarico ad un tecnico i cui studi cartografici sono ancora esistenti presso gli uffici comunali. Ovviamente non se ne fece nulla per la nota incapacità  di quella amministrazione comunale di assumere decisioni che comportassero responsabilità  fuori dall’ordinarietà . Tant’è che quella stagione politica fu la più disastrosa e dannosa per la nostra comunità  che continua ancora a pagarne caramente il prezzo e i cui protagonisti, amministratori di allora, sono gli stessi che oggi propongono ricette per il commercio locale.


La barzelletta che circola in paese vuole che il dirigente regionale del PDL che raccoglie le firme contro il mercato sia lo stesso che ha raccolto le firme per la lista che lo scorso anno è stata esclusa proprio per vizi sulle sottoscrizioni: effettivamente scappa da ridere!!! E’ grave, invece, il fatto che si voglia mascherare un’iniziativa prettamente partitica come se fosse dei commercianti, un inganno in cui sono caduti in molti, compreso il Presidente dell’Associazione del Commercio Locale che insieme al Sindaco sta collaborando senza mai chiedere lo spostamento del mercato ma solo alcuni correttivi.


Per quando ci riguarda riteniamo che il nuovo mercato si trovi ancora in una fase di sperimentazione che senz’altro deve essere migliorata ma che nel complesso può definirsi positiva. Siamo convinti anche che il mercato domenicale possa crescere e dare un contributo al commercio fisso, grazie all’impegno dell’amministrazione ed al confronto con il Comitato, che dovrà  continuare ed intensificarsi per cercare le giuste soluzioni, rifuggendo da strumentalizzazioni partitiche che in questo momento non servono a nessuno.


Al dirigente regionale del PDL ed al PDL roglianese chiediamo invece di occuparsi seriamente di altre cose, per esempio di intervenire, se ne hanno autorevolezza, presso il Presidente Scopelliti per il rispetto delle promesse fatte sul Santa Barbara – dove da settembre chiuderà  anche il Punto di Primo Intervento. E lo stesso vale per il nostro Distretto Socio-Sanitario, dove servizi importanti sono stati smantellati, e per il CNR di Piano Lago che sta ormai chiudendo nel silenzio del centrodestra cosentino. Cercare di ottenere qualche piccolo consenso facendo polemica sterile sullo spostamento del mercato è sintomo di una concezione della politica piccola e meschina, che può  appartenere solo a personaggi insignificanti ed inconcludenti.

Fonte: Partito Democratico – Circolo di Rogliano.

Nella foto: Giacinto Stumpo, PD Rogliano.

 

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com