Progetto archeologico ‘Jones’, Caligiuri soddisfatto

”L’INIZIATIVA sta avendo notevoli ricadute anche dal punto di vista turistico, presumendo un incremento delle presenze negli alberghi della regione per oltre 20 mila unita’ con un notevole impatto economico in questo periodo di particolare crisi”. Cosi’, in una nota, l’assessore alla Cultura della Regione Calabria, Mario Caligiuri (nella foto), nel commentare il progetto ‘Calabria Jones’ avviato allo scopo di valorizzare le aree archeologiche della regione ‘Calabria Jones’ coinvolge anche il settore trasporti e della ristorazione, nonche’ circa 100 giovani laureati specializzati nel settore dei beni culturali. L’universita’ ‘Normale’ di Pisa e altri atenei internazionali, nazionali e regionali coordinati dal Censis, stanno seguendo scientificamente l’iniziativa che rappresenta il tentativo piu’ significativo sull’educazione all’archeologia che finora si stia sperimentando in Italia. ”Il progetto – conclude l’assessore – che dall’1 luglio al 15 ottobre portera’ oltre 4 mila studenti calabresi sui siti archeologici e sui beni culturali della Calabria, si sta concretamente sviluppando sul territorio. Vogliamo che i nostri studenti diventino i primi divulgatori dei magnifici beni culturali della Calabria per costruire economia, democrazia e contrastare la criminalita’, concretizzando quella rivoluzione culturale auspicata dal presidente Scopelliti”. Nel mese di settembre l’esperienza verra’ documentata anche attraverso la presenza di Umberto Broccoli con la trasmissione radiofonica ‘Conparolemie’ e di Roberto Giacobbo con la trasmissione ‘Voyager’.

Fonte: ASCA.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com