Francesco Villella: “chi non ha mezzi propri è isolato”

DOPO la soppressione dei collegamenti su rotaia, soppresso anche l’unico servizio di collegamento su gomma da Bianchi per Cosenza. Il sindaco di Bianchi, Francesco Villella (nella foto con i suoi collaboratori), interviene ancora una volta sull’annoso problema dei trasporti Bianchi-Cosenza. I tagli dei servizi non si fermano e le Ferrovie della Calabria per far quadrare i bilanci taglia le corse. L’utenza, in particolare pendolari che devono raggiungere la sede di lavoro a Cosenza sono sul piede di “guerra”. Non è bastato il disservizio con tutti i problemi annessi durante l’anno, anche oggi, in pina estate, il bersaglio sono i ceti deboli dei Comuni dell’Alto Savuto che risentano maggiormente di una strana “politica economica” Il primo cittadino di Bianchi, preoccupato dell’esasperazione dei pendolari, ha scritto un’altra lettera alle autorità  competenti e richiamato con forza il grosso stato di disagio per i servizi di collegamento ferroviario e su gomma. Villella, richiamata la recente delibera di Giunta Municipale di giugno, ha evidenziato lo stato di disagio e l’inefficienza della linea ferroviaria Cosenza–Catanzaro. In particolare è stata evidenziata l’interruzione causa frana che da circa tre anni ha annullato i collegamenti diretti tra Bianchi e Cosenza e l’inefficienza del servizio su gomma Bianchi-Cosenza. “E’ grave, inaudito – ha detto il sindaco – apprende oggi senza comunicazione ufficiale che, l’unico collegamento diretto su gomma, Via autostrada da Bianchi per Cosenza delle ore 6.45 e ritorno 15,15 è stato soppresso”. In questi giorni, dice che come Amministrazione comunale ci siamo attivati ed esposto mezzo telefono le nostre preoccupazioni e il disagio dell’utenza all’Assessorato Regionale ai Trasporti e alle Ferrovie della Calabria”. “Siamo isolati”, chi non ha un mezzo proprio – ha detto – non può raggiungere Cosenza. Il servizio di collegamento non è fine all’utenza di Bianchi, ma anche di Cicala, Carlopoli, Panettieri e Colosimi. I serrati controlli di fine luglio da parte  delle Ferrovie, hanno potuto accertare che il consistente numero dei passeggeri (poco più di 35) è costante. Di questi tempi il pullman è l’unico mezzo economico per raggiungere la città . Si ventila, che alcuni dipendenti, soppresso il servizio, sono stati costretti a mettersi in “malattia”. La decisione di sopprimere l’unica corsa di collegamento, ha detto Villella, “penalizza l’intera utenza, che esasperata dal mancato recepimento delle proposte dell’amministrazione comunale e preoccupata della soppressione della corsa, ha manifestato all’Amministrazione comunale la Sua contrarietà  e i disagi cui vanno incontro ogni giorno”. Il primo cittadino di Bianchi, conscio della situazione che sta vivendo l’utenza, onde evitare incresciose e comprensibili prese di posizioni da parte dei viaggiatori, condivise dall’Amministrazione comunale, ha chiesto con urgenza il ripristino del servizio su gomma Via autostrada Bianchi-Cosenza e rimane in attesa che le autorità  preposte convocano il tavolo tecnico come richiesto con atto deliberativo.

Pasquale Taverna

Fonte: Il Quotidiano della Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com