Colosimi, un Comitato per dire no alle biomasse

PRODUZIONE di energia elettrica mediante combustione di sostanze di origine animale o vegetale. Quelli a biomasse sono impianti la cui implementazione è incentivata nell’ambito delle “rinnovabili” – che trova però ampia opposizione tra gli ambientalisti, che considerano queste strutture inquinanti ed antieconomiche. Anche in Calabria, per esempio, l’annunciata realizzazione di alcune centrali (Mercure, San Basile, Panettieri) ha generato continue polemiche e prese di posizione. Dopo il progetto stilato per Panettieri e le “voci” sulla richiesta di concessione avanzata sul territorio di Mangone, in questi giorni è il turno di Colosimi. Nel paese della Valle del Savuto è nato un comitato spontaneo di cittadini che si oppone alla realizzazione di una piccola centrale a biomasse prevista nell’area industriale, il cui progetto è al vaglio degli amministratori locali. Un punto all’ordine del giorno del Consiglio comunale in programma sabato 15 settembre 2012 è stato riservato infatti alla questione, con la minoranza consiliare e il Forum Ambientalista pronti a dare battaglia. Le centrali biomasse, ricordiamo, sono progettate sulla base di uno studio preliminare di fattibilità , ovvero, di una attenta analisi tecnica ed economica in grado di fornire anche rassicurazioni sullo smaltimento delle ceneri, quindi sul tipo di impatto ambientale in rapporto alle emissioni di inquinanti. (r. s.)

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com