Garofalo: “il Polo infermieristico di Cosenza è una risorsa per la Sanità  regionale”

TRECENTO studenti del polo infermieristico di Cosenza chiedono un urgente incontro con i rappresentanti delle istituzioni calabrese per affrontare i problemi connessi al potenziamento del Polo di Cosenza. Le trecento firme sono apposte nella petizione sottoscritta dagli studenti frequentanti il Corso della specifica professione sanitaria, attualmente ospitata presso la sede dell’ex Cud di Rende, è stata inviata al primo cittadino di Cosenza, arch. Mario Occhiuto, al Presidente della Provincia, Mario Oliverio e al Presidente della giunta regionale della Calabria. I giovani studenti iscritti al primo, secondo e terzo anno del Corso di Laurea Infermieristica, rammentano il ruolo positivo che il Polo universitario svolge in favore del servizio sanitario provinciale e regionale, fornendo proposte formative in grado di soddisfare le moderne  esigenze dell’utenza calabrese. "Il Polo di Cosenza – ribadiscono gli studenti – ha maturato nel tempo un’esperienza rilevante nel settore della formazione, grazie all’impegno di quanti ogni giorno di spendono per  conservare e potenziare le risorse culturali della nostra terra. In questa ottica gli studenti chiedono ai rappresentanti delle  istituzioni, nel rispetto delle rispettive competenze, di ascoltare le ragioni che hanno indotto gli stessi a sollecitare un confronto con le istituzioni locali, ragioni – è stato affermato – incentrate a migliorare ancora di più i servizi offerti dal Polo universitario". "Siamo convinti – ha dichiarato Eugenio Garofalo – senatore accademico dell’Università  Magna Grecia di Catanzaro – che le richieste avanzate dal mondo studentesco, saranno prese in considerazione dai rappresentanti dei governi locali, atteso che il Polo di Cosenza rappresenta una  eloquente realtà   culturale la cui efficacia proposta formativa attrae annualmente migliaia di aspiranti infermieri".  "Il Polo universitario di Cosenza  –  ha concluso Garofalo che si è incontrato con una delegazione degli studenti – rappresenta una risorsa per la sanità   regionale  su cui  ogni soggetto istituzionale deve guardare con fiducia, individuando strutture e risorse  utili a ottimizzare, ancora di più, quanto di buono emerge dalla sanità  calabrese. Tra queste strutture si annovera in primo luogo l’individuazione di una sede idonea in cui ospitare gli studenti, provenienti tutti dalla provincia di Cosenza".

Nella foto: Eugenio Garofalo.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com