“Maldestro tentativo del PDL di creare confusione” *

* del Gruppo Consiliare della Lista Gallo Sindaco 

"CONTINUA senza sosta il maldestro tentativo del  PDL di Rogliano di creare confusione e di provare a far passare tra i cittadini opinioni che sono banali, grossolane e frutto di un’enorme dose di ignoranza. D’altra parte non ci si poteva attendere niente di diverso da un partito che a Rogliano è ridotto ad un ectoplasma e che resiste solo per consentire a certi personaggi (pochini per fortuna …) di utilizzare una sigla per lanciare anatemi senza metterci la faccia e che mai, in tanti anni, sono stati in grado di avanzare una singola proposta degna di nota. Personaggi che – politicamente parlando – sono goffi, ambigui e perdenti, e che ancora non riescono a capire, nonostante le tante "sberle" ricevute negli anni dai roglianesi, che la politica è altra cosa e che Rogliano li rifiuta. Eppure questi signori per sbaglio hanno anche avuto un’ esperienza amministrativa e sono quelli, tranne qualcuno, che si sono distinti per la loro assoluta assenza e per la loro proverbiale e riconosciuta incapacità , fino a sprofondare nel ridicolo non riuscendo nemmeno a compilare una lista elettorale. L’86% di voti da noi ottenuti non è solo il consenso riconosciuto all’esperienza amministrativa precedente, ma è anche un sonoro voto di protesta e di sfiducia nei confronti di chi non è in grado neanche di rappresentare se stesso. Ma riusciranno mai a capirlo? Crediamo proprio di no. Siamo invece sicuri che continueranno a dire scemenze, mostrando la loro proverbiale FacciaTosta!!!! Ma, sebbene le contestazioni mosse in un articolo apparso sul precedente numero della Voce del Savuto (quindincinale in diffusione sul territorio, ndr) siano banali ed infondate, ci corre ugualmente l’obbligo di chiarire alcune cose con i nostri concittadini che, da persone intelligenti ed informate quali sono, sanno e comprendono perfettamente che il momento che tutti i Comuni italiani stanno attraversando è il più drammatico della storia repubblicana. Per di più aggravato da scelte incomprensibili di questo Governo e di quello Berlusconi, che hanno finito con lo scaricare sugli enti locali buona parte dei sacrifici necessari al risanamento dei conti.  Al Comune di Rogliano i tagli del Governo sono costati oltre 500.000 euro in soli due anni, pari al 30% dei trasferimenti statali; a questo si aggiunga la pesante e generalizzata recessione che ha fortemente ridotto i redditi dei cittadini, riducendo di conseguenza anche alcune importanti entrate municipali, come la quota di Irpef che va ai comuni. E poi ci sono vincoli normativi e di controlli sempre più stringenti e rigidi: la Corte dei Conti che richiama costantemente gli amministratori alla propria responsabilità  nel caso di inadempienze; i saldi del Patto di Stabilità  Interno, il cui rispetto è obbligatorio ma al prezzo di una sensibile limitazione delle disponibilità  finanziarie; ed infine le nuove norme che hanno ridotto il coefficiente di indebitamento, di fatto impedendo il ricorso ai mutui per finanziare gli investimenti, e limitato il ricorso alle anticipazioni bancarie. Capiamo che il centrodestra roglianese ignora completamente questi temi, ma chiunque aspiri ad amministrare una comunità  complessa come la nostra dovrebbe essere in grado di affrontare quanto meno una discussione su questi argomenti: un sindaco o un assessore ogni giorno, quando varcano la soglia del municipio, è di questo che si occupano ed è di questo che si preoccupano, non di organizzare la bisboccia coi propri compari!!  Ed invece il PDL roglianese che fa? Non essendo in grado di parlare di temi seri, tira fuori i 10 euro dell’abbonamento scuolabus, rimediando un’altra figuraccia. Infatti non sanno (ma la cosa non ci meraviglia) che quella cifra è un contributo reso obbligatorio dalla legge su tutti servizi a domanda individuale, e che tra l’altro non è una novità  di questo anno scolastico perché si paga già  dallo scorso anno (ma loro non potevano saperlo: nel 2011 erano impegnati a raccogliere firme…). Inoltre, nella loro insulsa banalità , omettono di dire che il contributo che si paga a Rogliano è il più basso tra tutti i Comuni della Provincia; e, per restare in tema, non parlano del costo della mensa scolastica di 1 euro, che forse è il più basso in tutta Italia. A proposito di servizi scolastici, creando ad arte una sterile polemica, il PDL ignora che non è più permesso autorizzare scuole con cinque iscrizioni come quella di  Balzata: lo dice la legge della Gelmini e non il Sindaco di Rogliano. Quest’ultimo però, avendo a cuore i problemi di tutti i cittadini, si è adoperato con la sua Giunta per offrire ai bimbi di quella frazione un’alternativa rappresentata dall’apertura di un Baby Parking, decisione presa dal Sindaco Gallo con le famiglie di Balzata che hanno condiviso il nuovo servizio.  Ed infine affrontiamo la questione dei contatori idrici, o meglio della loro lettura. Come sempre il PDL locale scambia fischi per fiaschi perché prima di parlare non si informa, eppure tutti gli atti di questa amministrazione sono pubblici e disponibile su internet. In questo caso l’Amministrazione ha avviato un nuovo e moderno sistema informatico di rilevazione per la trasmissione dei dati idrici direttamente alla sede centrale del Comune, e quindi ha creato una banca dati informatica, simile a quella dei comuni più moderni ed avanzati, che prima non esisteva. Il costo è di 9.000 euro circa e tale servizio non poteva essere fornito da nessuna azienda roglianese. Chiaramente questo nuovo servizio informatico non solo consentirà  di avere dati attendibili e certi (richiesti dalla Corte dei Conti) ma di recuperare gettito senza l’aumento delle tariffe. Noi stiamo tenacemente tentando di arginare l’evasione di qualsiasi specie e natura, mentre altri quando amministravano l’hanno tollerata creando un danno alla collettività  cui vorremmo rimediare. Infine, sugli impianti sportivi tranquillizziamo gli amici del PDL: il campo sportivo verrà  realizzato e consegnato ai giovani della nostra comunità , ed intanto ci pregiamo di invitare i dirigenti del centrodestra, tra qualche settimana, all’inaugurazione del nuovo Palazzetto dello Sport i cui lavori sono in via di ultimazione. Noi facciamo fatti, le parole le lasciamo a loro. Il gruppo consiliare continua ad esprime incondizionata fiducia al Sindaco che in un momento difficilissimo sta salvaguardando i cittadini roglianesi prodigandosi quotidianamente per mantenere il livello dei servizi pubblici, creandone altri ed investendo in opere pubbliche. Tutto questo con un occhio particolare al bilancio che nonostante i tagli e le restrizioni è un bilancio sano, come dimostra la scelta coraggiosa – ma finanziariamente sostenibile – operata dall’amministrazione di abolire di fatto l’IMU sulla prima abitazione favorendo più della metà  dei roglianesi. Ci piace vantarci del fatto che mentre Berlusconi – che l’IMU l’ha creata, è bene ricordarlo a tutti – parla sui giornali di eliminare la tassa sulla casa, noi nel nostro piccolo l’abbiamo preceduto: nel suo caso però sarebbe stato meglio e più semplice non istituirla per niente. àˆ meglio prevenire che curare!!!  E questo vecchio slogan si adatta perfettamente anche ai piccoli “berluschini” roglianesi emuli del capo in tutto, anche nell’esercizio della politica da cabaret, quella che parla ed annuncia senza avere alcuna cognizione dei problemi. Per muoverci una critica motivata dovrebbero almeno leggere i nostri atti amministrativi oppure, se leggere risulta un esercizio intellettivo troppo faticoso, dovrebbero partecipare alle sedute del consiglio comunale: per farlo da spettatori non serve raccogliere alcuna firma!! Tra l’altro l’ultima volta che avete messo piede nella sala comunale, era per fare i tifosi ed applaudire un governatore che ha preso in giro tutta la nostra comunità , promettendo mirabilie sul nostro ospedale che evidentemente non ha rispettato. Se non volete continuare a fare le foche ammaestrate che applaudono a comando, provate ad esercitare – se ne avete l’autorevolezza – qualche pressione su Scopelliti per indurlo a mantenere le promesse fatte sul Santa Barbara, a ripristinare la ferrovia ed a scongiurare la soppressione dei trasporti su gomma decisa da questo governo regionale nemico del Savuto. Magari se riesce a trovare il tempo tra un processo, un interrogatorio in Procura ed una visita in carcere ai colleghi consiglieri regionali del suo partito, potrebbe degnarsi di governare questa regione. Vedete, cari amici del PDL, voi potete pure continuare a parlare di contatori, ma dovreste preoccuparvi anche dei contatori dei roglianesì che girano e registrano le vostre continue complicità  con coloro che stanno uccidendo la nostra terra: di queste connivenze, su questioni ben più serie, prima o poi dovrete rendere conto ai cittadini".

Nella foto: Giacinto Stumpo, capogruppo ‘Lista Gallo Sindaco’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com