Rogliano, ricordato Guarasci a 38 anni dalla morte

Il 2 ottobre 1974 veniva a mancare Antonio Guarasci, primo presidente della Regione Calabria. Da amministratore intelligente aveva contribuito, nel 1972, alla realizzazione di una delle prime alleanza di centrosinistra in Italia. Un evento, quest’ultimo, destinato a segnare una tappa importante nella storia politica regionale e nazionale. Un avvenimento distante nel tempo ma attuale che è stato alla base del convegno ‘Antonio Guarasci e il primo centrosinistra alla Provincia di Cosenza’ – al quale hanno partecipato (e sono intervenuti) il sindaco Giuseppe Gallo, il magnifico rettore dell’Unical, Giovanni Latorre, il presidente della fondazione Carical, Mario Bozzo, il docente dell’Università  Tor Vergata, Francesco Saverio Sesti, il giornalista Saverio Basile, il presidente dell’Amministrazione provinciale di Cosenza, Mario Oliverio, e l’assessore regionale al Bilancio, Giacomo Mancini. Alla iniziativa (nella foto), che si è tenuta presso la sala consiliare di Rogliano in occasione del 38° anniversario della morte dello stesso Guarasci, sono stati presenti pure il professor Giuseppe Trebisacce (che ha coordinato il dibattito), la signora Geltrude Buffone Guarasci, alunni, docenti e rappresentanti del mondo della Cultura. Al termine della discussione sono state consegnate le borse di studio agli alunni meritevoli dell’Istituto d’Istruzione Superiore che ha sede nella cittadina del Savuto. Nato a Rogliano il 7 maggio 1918, Antonio Guarasci aveva conseguito la maturità  classica nel 1940 e la laurea in Filosofia nel 1946. Durante la guerra aveva partecipato alla battaglia di El Alamein rimanendo prigioniero. Dopo la permanenza nel campo di concentramento di Seattle (U.s.A.) era rientrato in Italia per adoperarsi, durante la fase referendaria, in favore della Repubblica. Per il suo credo religioso, la sensibilità  verso le istanze popolari e le classi sociali più deboli, aveva scelto di aderire alla Democrazia Cristiana. Guarasci è stato un uomo di grande intuito. Docente universitario, presidente della Provincia di Cosenza e primo Presidente della Giunta regionale della Calabria, con il suo impegno politico e culturale ha lasciato una testimonianza che resta esempio concreto per intelligenza, espressione di valori e passione civile in un momento, quello attuale, contraddistinto anche in politica e nelle istituzioni, da immoralità , malaffare e disattenzione rispetto alle attese dei cittadini.


Gaspare Stumpo

Fonte: Parola di Vita.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com