PPI, prime reazioni politiche. Documento del PD


“Il 15 ottobre del 2012 verrà  ricordato dai roglianesi come il giorno in cui è stato recitato il de profundis dell’Ospedale ‘Santa Barbara”. Lo affermano i dirigenti cittadini del Partito Democratico, che in una nota delle scorse ore sono intervenuti sul nuovo capitolo della storia quarantennale che attiene al nosocomio del Savuto: la chiusura del Punto di Primo Intervento. Un atto fortemente criticato “che ancora una volta – fanno sapere dal PD – mostra il feroce accanimento che il centrodestra calabrese ha nei confronti del nostro territorio e  “nega agli abitanti dei comuni a sud di Cosenza il diritto costituzionale della tutela della salute, sancendo nei fatti che la Giunta Scopelliti considera marginale e irrilevante questa parte della Calabria ed i suoi abitanti”. Con delibera del Direttore generale, ricordiamo, l’Azienda ospedaliera di Cosenza ha disposto – nella giornata di ieri (15.10.2012, nda) – la chiusura del PPI (nella foto) del presidio ‘Santa Barbara’ di Rogliano. Il provvedimento rientra nel processo di riconversione che, tra le altre cose, in precedenza ha interessato pure il Pronto Soccorso. Una serie di decisioni che hanno innescato, nel tempo, polemiche e prese di posizione  nell’utenza, tra le forze politico-sindacali e all’interno delle istituzioni locali, anche in rapporto al processo di rimodulazione del plesso dopo anni di discussione e grossi investimenti per l’ammodernamento della struttura. Nel comunicato relativo alla chiusura del Punto di Primo Intervento i vertici cittadini del Partito Democratico si sono soffermati anche sull’ultima visita del Presidente della Giunta regionale a Rogliano. “I cittadini del Savuto – si legge nel documento – non dimenticano che lo scorso novembre il presidente Scopelliti, in una conferenza stampa svoltasi a Rogliano, aveva prefigurato per il S. Barbara uno scenario totalmente diverso che prevedeva un rafforzamento del presidio ospedaliero e non il suo totale e scientifico svilimento”. “Infatti – aggiungono gli interessati – la chiusura del PPI è solo l’ultima delle mortificazioni che i dipendenti dell’Ospedale ed i cittadini hanno dovuto subire: prima c’erano state le chiusure del Pronto soccorso, della Chirurgia e della Farmacia”. Nella stessa nota i dirigenti del circolo PD hanno criticato l’atteggiamento del PDL locale chiedendo ai componenti roglianesi del Direttivo regionale dello stesso partito “perché non si dimettono da quest’organo in aperto dissenso con la decisione di chiusura del PPI del Santa Barbara?”.


 G. St.

 

Clicca e leggi anche:

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com