Terremoto sul Pollino, la terra trema fra Calabria e Basilicata. Paura e crolli nel Cosentino

UN TERREMOTO di magnitudo 5.0 è avvenuto alle ore 01:05:24 italiane del giorno 26 ottobre 2012 (23:05:24 25/Ott/2012 – UTC) alla profondità  di 6.3 km. Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto sismico: Pollino.

Comuni entro 10Km dall’epicentro: ROTONDA (PZ), LAINO BORGO (CS), LAINO CASTELLO (CS), MORMANNO (CS).


Comuni entro 20Km dall’epicentro:
CASTELLUCCIO INFERIORE (PZ), CASTELLUCCIO SUPERIORE (PZ), SAN SEVERINO LUCANO (PZ), VIGGIANELLO (PZ), ACQUAFORMOSA (CS), AIETA (CS), LUNGRO (CS), MORANO CALABRO (CS), ORSOMARSO (CS), PAPASIDERO (CS), SAN BASILE (CS), SAN DONATO DI NINEA (CS), SANTA DOMENICA TALAO (CS), SARACENA (CS), VERBICARO (CS).

Il terremoto è stato avvertito in una vasta area della Calabria e Basilicata, in Campania e Puglia.

Fonte:
INGV.

IL SISMA ha colpito un’area compresa tra Calabria e Basilicata ed è stato avvertito anche in Campania. Almeno cento le repliche che sarebbero seguite alla prima scossa. L’evento tellurico s’inserisce  nello sciame sismico che nelle stessa zona perdura ormai da due anni. Il terremoto ha causato crolli ad Altomonte, l’evacuazione dell’ospedale di Mormanno (dove gli effetti della scossa sarebbero abbastanza evidenti), la chiusura di una casa di riposo a Laino Borgo e delle scuole in diversi paesi del Circondario. Un anziano è deceduto invece a Scalea per infarto. In seguito alla scossa la gente ha vissuto attimi di terrore e si è riversata per strada trascorrendo la notte all’addiaccio. A Mormanno si è svolta una prima riunione operativa tra il Prefetto di Cosenza, i sindaci dei Comuni e i rappresentanti delle Forze dell’Ordine. Nelle diverse Comunità  sono in corso verifiche soprattutto all’interno dei centri storici. Questa mattina è previsto l’arrivo del Capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli. Nonostante i danni (si parla, al momento, di caduta di tegole, calcinacci, cornicioni ma anche lesioni ad alcuni edifici) e il forte spavento tra la popolazione la situazione sarebbe sotto controllo. Il sisma di questa notte è stato avvertito sino al territorio dell’Area Urbana di Cosenza, in Pre Sila e sulle colline del Savuto, centinaia di chilometri più a sud. (r.s.)

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com