FdC, preoccupati anche i sindaci di Bianchi e Colosimi

SCONCERTO e viva preoccupazione per i sindaci di Bianchi e Colosimi per il disservizio dei trasporti delle Ferrovie della Calabria. I due primi cittadini Francesco Villella e Raffaele Rizzuto sono molto preoccupati di costatare ancora una volta l’interruzione dell’unica corsa di autobus che collega i due Comuni montani con la città  di Cosenza. “Siamo isolati, hanno dichiarato i due primi cittadini e questa nostra presa di posizione non è certo la prima”. Il blocco dei trasporti di questi giorni, che per mancanza di gasolio, non consente all’Azienda ferroviaria di garantire tra gli atri, anche il servizio da Bianchi a Cosenza, ha indispettito ancor di più i pendolari, studenti, impiegati ecc. che non hanno altra scelta se non l’uso del mezzo pubblico. Un momento particolare e infelice per l’azienda della FdC sulla quale piovano da più parti attacchi e dure critiche. Sulla vicenda e in aiuto ai sindaci dell’Alto Savuto, è intervenuto anche Giuseppe Gallo, sindaco di Rogliano, Comune capo ambito, che ha ribadito la richiesta già  fatta qualche mese addietro di un incontro col Prefetto di Cosenza e con il Presidente della Provincia al fine di mettere in campo un’azione di salvaguardia dei diritti fondamentali delle popolazioni che vivono a Sud di Cosenza che stanno subendo disagi enormi. Si auspica infine, che la voce e le preoccupazioni dei sindaci del territorio possano fare breccia e riportare almeno la serenità  e l’impegno concreto di assicurare alla popolazione del Savuto efficienti servizi di trasporto

Pasquale Taverna

Nella foto: la stazione FdC di Bianchi, in provincia di Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com