Ammortizzatori sociali in deroga, Stillitani scrive al ministro Fornero

L’ASSESSORE regionale al lavoro e alle politiche sociali Francescantonio Stillitani ha scritto al Ministro del welfare Elsa Fornero per chiedere chiarimenti sui ritardi che i lavoratori calabresi percettori di ammortizzatori sociali in deroga stanno avendo nel percepire le proprie spettanze. La lettera dell’Assessore Stillitani è stata inviata per conoscenza alle organizzazioni sindacali e ai deputati e ai senatori calabresi. “Egr. Sig. Ministro – ha scritto Stillitani – così non va bene! Non è più possibile mantenere gli oltre 20.000 lavoratori calabresi percettori di ammortizzatori sociali in deroga senza sussidi e nell’incertezza del futuro. Malgrado le assicurazioni da Lei fornite in più sedi, nei fatti, alla Regione Calabria dal Ministero non vengono corrisposte le somme necessarie per permettere all’inps regionale di pagare i lavoratori. Per come ho avuto modo di evidenziarLe più volte, alle precise richieste del mio Direttore generale circa tempi e modalità  di erogazione delle somme, i dirigenti del suo Ministero sono stati evasivi e hanno mantenuto atteggiamenti dilatori. Per come ho avuto modo di scriverLe anche ultimamente, (con lettera del 25 Settembre u.s protocollo n° 108/ASS e lettera del 29 Ottobre u.s protocollo n° 119/ASS, rimaste, purtroppo, senza risposta da parte Sua) , la tensione tra i lavoratori è altissima soprattutto per l’atteggiamento poco chiaro tenuto dal Ministero nei loro confronti e per l’ingiustificato ritardo nell’erogazione delle spettanze. A tale proposito Le ricordo che, pur avendo sottoscritto un accordo il 2 Ottobre u.s. per l’erogazione di ulteriori trenta milioni, ad oggi, dopo quasi un mese e mezzo, l’inps regionale non è stato ancora autorizzato ad utilizzare tali risorse. Per evitare questi ritardi, nella mia ultima lettera del 29 ottobre anche a nome della CGIL, CISL e UIL, con cui ho sottoscritto un apposito verbale, Le chiedevo di autorizzare l’inps regionale a procedere con i pagamenti di tutte le spettanze maturate e maturande sino al 31 Dicembre 2012, anticipando le somme in attesa della formalizzazione degli accordi tra Regione e Ministero che, per come si è visto, ad esempio ,per l’accordo del 2 Ottobre u.s. ,ritardano a diventare operativi. Le chiedo, inoltre, di fare definitivamente chiarezza sul mantenimento dell’impegno assunto dal Governo circa il pagamento dell’intero importo necessario sino al 31 Dicembre 2012. Mi dispiacerebbe , Signor Ministro, se questa mia nota restasse senza risposta … .( come le altre?). Come istituzioni abbiamo il dovere di collaborare, ma non sono disponibile come Assessore ad assumermi responsabilità  che non sono ascrivibili alla Regione Calabria. Non ritengo di essere sua controparte, ma ho il dovere di tutelare e dare risposte ai lavoratori della mia Regione e, quando prendo atto della disattenzione che il Ministero ha verso le loro problematiche, ritengo di dover intervenire e, chiedere un Suo autorevole intervento diretto, come in questo caso. Sono certo – ha concluso Stillitani – che capirà  le motivazioni di questa mia nota che assolutamente non vuole essere una critica al Suo operato. Resto in attesa di una Sua cortese risposta che permetta ai lavoratori di riguadagnare fiducia”.

Fonte: Regione Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com