Cosenza. Torna ‘Teatrabile’ – manifestazione di teatro sociale per l’integrazione e il superamento delle disabilità 

TEATRABILE 2012 – II Edizione – torna il 23 e il 24 novembre prossimi con un sottotitolo dedicato all’accoglienza e all’inclusione, “Tutti insieme a Teatro”. La manifestazione di teatro sociale è promossa dalle Associazioni Itinerari Sperimentali, AFD – Associazioni Famiglie Disabili di Castrovillari, Radio 180 di Cosenza, Centro Socio Culturale Vittorio Bachelet, Be Equal, Arcipesca FISA – sezione provinciale di Cosenza e Itinerari Sperimentali insieme alla Cooperativa Centro Diurno La Ghironda e al Centro di Salute Mentale di Cosenza con il sostegno del CSV. Il progetto è focalizzato sul teatro e sulla musica nella loro valenza terapeutica e riabilitativa ma anche nella loro capacità  di essere comprovati strumenti per l’integrazione e l’inclusione sociale. La scelta del linguaggio musico teatrale come strumento di interazione è derivata, oltre che dalla presenza variegata e multidisciplinare di gruppi e movimenti teatrali sul territorio, dalla sua capacità  di essere un valido strumento risocializzante, adatto a contrastare l’impoverimento relazionale del soggetto diversamente abile e/o svantaggiato/disagiato. Il recupero delle capacità  relazionali e la possibilità  di sperimentarsi con e per l’altro nell’esperienza creativa del corpo espressivo e intenzionale è il primo livello per promuovere l’inclusione e un sistema di relazioni soddisfacenti per le persone che presentano difficoltà  nella propria autonomia personale e sociale, in modo che esse possano sentirsi parte di comunità  e di contesti relazionali dove poter agire, scegliere, giocare, e vedere riconosciuto il proprio ruolo e la propria identità . Il progetto si propone di migliorare la qualità  della vita dei soggetti diversamente abili e/o svantaggiati attraverso la crescita e il potenziamento della consapevolezza del loro sé e nello sviluppo delle loro capacità  e abilità  residuali, sia di carattere emotivo che creativo. La manifestazione si snoda attraverso un modello pluralistico di azioni che mettendo al centro la persona con disabilità  fisica o psichica, o con svantaggio, la rende protagonista e la inserisce in spazi e momenti non dominati dalla disabilità  – come malattia – o dallo svantaggio – come marginalizzazione e la supporta nel processo di liberalizzazione dalle articolazioni stereotipate assistenza/sostegno/compassione e cerca di promuovere un valido rapporto sociale tra le caratteristiche delle persone e l’ambiente. L’iniziativa è indirizzata al cambiamento culturale che rappresenta l’unica valida alternativa alla marginalizzazione delle persone e al superamento della disabilità . Un’azione positiva, finalizzata all’inclusione sociale e al mainstreaming ha necessità  di collegarsi con la società  civile e soprattutto con i giovani. Infatti, oltre a dare visibilità  agli spettacoli nati nei laboratori teatrali delle associazioni, Teatrabile II vuole promuovere la cultura e la pratica del teatro quale importante strumento nel processo di formazione e di integrazione fra gli adolescenti e i loro coetanei diversamente abili, offrendo un’occasione di scambio, riflessione e confronto. L’invito quindi a partecipare alla rassegna che prevede due giorni di teatro e musica con attori, registi e performer che porteranno in scena opere qualificate e prestigiose quali “La favola di Cenerentola” a cura di AFD con la regia di Dario De Luca ( Scena Verticale); “Aspettando un treno” a cura di Itinerari Sperimentali-C. S. M.-Cosenza-D.S.M. regia di Jerry Mussaro; “Cosimo ed il brigante Gian dei Brughi” tratto liberamente da “Il barone rampante” di I. Calvino a cura di C.D. La Ghironda laboratorio di Marcella Infusino, M. Francesca Abate, reading da “Le città  Invisibili” di I. Calvino a cura dell’associazione Be Equal  e ancora intermezzi, cabaret e musica.  L’evento, che è stato realizzato anche con il patrocinio del comune di Cosenza e dell’ASP Cosenza – Regione Calabria – è aperto agli studenti delle scuole medie e superiori della città  e del suo hinterland; l’invito quindi per il 23 e il 24 novembre prossimi alle ore 17.00 presso il Cinema Teatro “A. Tieri” di Cosenza

Fonte: Associazione Itinerari Sperimentali.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com