LsU-LpU Calabria. Nicoletti (Cgil): “beffa di fine anno”

"IL TANTO atteso incontro con il Governatore della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti, in merito alla vertenza Lsu e Lpu, lascia a dir poco l’amaro in bocca alle Organizzazioni Sindacali ma soprattutto ai lavoratori e alle lavoratrici di questo Bacino. Ci aspettavamo il rispetto dei tanti verbali firmati in merito al reperimento delle risorse per le retribuzioni dei sussidi e delle ore integrative, per tutto il 2012, e invece c’è presentata una situazione economicamente disastrosa, fondi insufficienti da suddividere per tutte le emergenze della nostra Regione. Eppure pochi mesi fa si facevano comunicati stampa di buona gestione della vertenza, l’assessore Stillitani prima, e il Governatore stesso poi, dicevano, per mezzo di annunci roboanti, di stare tranquilli rispetto alla volontà  della Giunta di chiudere il 2012 senza pendenze alcune, e invece l’amara sorpresa di ricevere la disponibilità  a pagare solo i sussidi di settembre e ottobre per gli LpU, e sperare in una variazione di Bilancio che sarà  fatta con fondi ridottissimi, per verificare se prima del 31/12/2012 si potrà  avere o un altro sussidio o parte delle ore integrative. E pensare che ci facevano passare come allarmisti, quando soprattutto i lavoratori, denunciavano forti ritardi, ma anche poca chiarezza sulla messa a disposizione dei fondi, pur di far saltare ogni possibilità  di mobilitazione, firmavano accordi concedendo la luna, tradendo anche la fiducia riposta dalle Organizzazioni Sindacali verso una politica regionale disastrosa, che ha parte la crisi che imperversa in tutto il paese, sicuramente ci sta mettendo molto di suo, a far si che il fine anno sarà  ancora di più all’insegna dell’Austerity per gli oltre 5000 precari del Bacino. Adesso ci dicono i soldi sono finiti, non possiamo pagare perché dobbiamo rispettare il Patto di Stabilità , tutte cose che i lavoratori attenti avevano già  annunciato, e ora chi paga il prezzo? Sicuramente i precari pagano un dazio pesante, i sindacati spiazzati dall’aver dato credito a una politica basata sull’apparire e non sul fare, quando a nostro avviso dovremmo chiedere a gran voce le dimissioni per manifesta incapacità  di Governare, a una Giunta che ci ha fatto indietreggiare rispetto alle condizioni già  molto incerte di precari che da quindici anni ormai sono abituati a queste DISATTENZIONI DI FINE ANNO. Almeno si faccia chiarezza sulla proroga dei progetti, e sul proseguimento dei finanziamenti delle ore integrative, unico diritto conquistato negli anni e che non permetteremo a nessuno di mettere in discussione, anche se ci rendiamo conto che chiedere chiarezza a Scopelliti diventa ogni giorno che passa più difficile".

Fonte: Nicoletti Giovambattista – Ferrone Andrea
           Segr. Gen. Nidil Cgil Cosenza – Segr. Gen.Nidil Cgil Castrovillari

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com