Mancini: “per Savuto e preSila 19,5 ml per lo sviluppo”

 “OGGI, senza tema di smentita, possiamo dire che voltiamo pagina. Passiamo dalla discussione all’impegno per la realizzazione dell’opera”. Lo ha detto Giacomo Mancini al termine dell’incontro (nella foto) sui Piani Integrati di Sviluppo Locale (Pisl) aperto alla partecipazione di tecnici ed amministratori, che si è svolto nei giorni scorsi a Rogliano. “Abbiamo avuto la capacità  di trovare le risorse, attivare le procedure amministrative e avviare un’azione che tante volte è stata frutto solo di ragionamenti”. L’assessore regionale al Bilancio ha espresso soddisfazione per l’impegno fattivo “che consente di guardare al futuro con convinzione”. Mancini ha citato anche il resto delle risorse destinate a supportare il tessuto produttivo comprensoriale. Nella solo cintura roglianese, ricordiamo, sono tre i progetti inseriti in graduatoria: Mobilità  Im.Pre.Sa Cosenza (Comune capofila: Rogliano) che riguarda i sistemi di mobilità  intercomunale, Savuto Arte e Vivibilità  Urbana per un territorio da Oscar (Comune capofila: Belsito) relativo a Servizi intercomunali per la Qualità  della Vita, e Piano Lago Ecosostenibile (Comune capofila: Figline Vegliaturo) per quanto concerne i Sistemi Produttivi Locali. “E’ stato fatto un buon lavoro che – ha spiegato l’assessore – consentirà  ad ogni cittadino di questa zona di sentirsi parte attiva dell’Area Urbana. Il Mobilità  Im.Pre.Sa Cosenza (11,5 milioni di euro di investimenti) prevede interventi per l’elettrificazione della linea ferroviaria Rogliano-Cosenza, l’adeguamento del tracciato nell’ottica di un prolungamento della metropolitana Cosenza-Rende, e la creazione di alcune aree di interscambio (Rogliano, Piano Lago e Pedace). “Grazie ai Pisl – ha sottolineato Mancini – i territori a sud di Cosenza cambieranno volto. La Regione ha finanziato, infatti, quattro progetti integrati per un ammontare complessivo di 19, 5 milioni di euro a favore dei Comuni della fascia presilana e della valle del Savuto”. Per il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo, si tratta di un “avvenimento storico per un obiettivo strategico in un momento di crisi economica in cui emerge una grande domanda di mobilità  da parte dei residenti”. Il primo cittadino ha posto l’accento sull’insieme di sinergie innescate grazie al partenariato tra Comuni (c’è anche quello di Cosenza) e Ferrovie della Calabria per l’attuazione di una piattaforma integrata subordinata alla realizzazione della Metrò Leggera Cosenza-Rende-Unical”. Alla iniziativa, che si è tenuta all’interno del museo di Arte Sacra, hanno partecipato (e sono intervenuti) pure gli ingeneri Luigi Zinno (Nucleo di valutazione del progetto) e Demetrio Festa (Unical), il presidente della Comunità  Montana del Savuto, Giovanni De Rose, i sindaci di Figline Vegliaturo (Fedele Adamo) e Belsito (Antonio Basile), l’assessore alla Innovazione del Comune di Cosenza, Peppino De Rose. “La nostra città  – ha fatto sapere quest’ultimo – si è guardata intorno e ha scelto di stare in progetti intelligenti”. Il Pisl Mobilità  Im.Pre.Sa Cosenza supporterà  un sistema tram-treno che, per quanto concerne la tratta FdC Rogliano-Cosenza, presuppone l’ottimizzazione, la messa a norma, l’elettrificazione e la velocizzazione del tracciato. E ciò in funzione di un contesto di trasporto urbano ed extraurbano moderno e sostenibile. In un messaggio letto all’Assemblea il governatore Giuseppe Scopelliti ha fato sapere che la Regione Calabria “sarà  il a fianco delle Amministrazioni locali, spinta dall’obiettivo di realizzare un’opera che migliorerà  di molto la qualità  della vita dei cittadini”. I lavori per la realizzazione delle opere finanziate con i Piani di Sviluppo Integrato dovranno essere appaltati entro il giugno 2013, il loro termine è previsto invece per l’anno 2015.


Gaspare Stumpo

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com