Giovane Italia Calabria chiede lo svolgimento delle primarie a tutti i livelli

 

 

"IL NOSTRO partito, che al livello nazionale non ha il coraggio di decidere di dire la parola fine sulla certezza della celebrazione delle primarie per il candidato premier del Popolo della Libertà , sembra imboccare la strada giusta al livello regionale". Quanto sostiene Angelo Brutto, presidente regionale Giovane Italia Calabria. Nei mesi scorsi la Giovane Italia calabrese ha chiesto le primarie a tutti i livelli, anche per scegliere i candidati alla Camera ed al Senato della circoscrizione Calabria. Una proposta che prende sempre più corpo visto che non c’è la reale intenzione di cambiare la legge elettorale. Con la conferma dell’attuale sistema necessita un metodo nuovo per la selezione della classe dirigente. Quello delle primarie, anche se perfettibile, potrebbe essere lo strumento per permettere ai calabresi di scegliere i propri candidati. I criteri per accettare le candidature devono essere Legalità , Merito e Militanza. "Non siamo più disposti a sostenere candidati calati dall’alto senza nessun legame con il territorio. Le primarie per i candidati a Camera e Senato rappresentano anche il metro di giudizio per l’operatore di chi in questi anni è stato eletto in Calabria – Conclude Angelo Brutto. Le primarie per le liste, come quelle per il premier non devono essere una semplice conta, ma un momento di confronto sui contenuti e sulle proposte che devono vedere al centro la Calabria e i Calabresi".

Fonte: Giovane Italia Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com