Precari, scioperano anche Rogliano e Castrolibero

DUE GRUPPI Lsu/Lpu dei Comuni di Rogliano e Castrolibero hanno aderito – il 10 dicembre scorso – alla manifestazione promossa a Villa San Giovanni dalla sigla sindacale USB Calabria. Lo sciopero (nella foto) è stato preceduto da una serie di iniziative avviate dagli stessi lavoratori in merito ad una piattaforma rivendicativa basata su tre punti: pagamento delle spettanze arretrate, proroga delle attività  per l’anno 2013, convocazione di un tavolo di concertazione fra Ministeri, Regione Calabria, Organizzazioni Sindacali e Associazioni degli Enti locali. I precari, ricordiamo, chiedono la stabilizzazione “senza se e senza ma” alla luce degli anni maturati e delle competenze acquisite all’interno di Comuni e Comunità  montane. Quindi il riconoscimento di status giuridico e previdenza. Una richiesta avanzata anche nel corso dell’incontro con il vice Prefetto Aggiunto di Reggio Calabria, dott.ssa Patrizia Adorno, al quale ha partecipato una delegazione di lavoratori delle cinque province calabresi e, in essa, una rappresentanza dell’Area Urbana e Valle del Savuto. Gli Lsu/Lpu hanno sollecitato un impegno concreto da parte della Deputazione calabrese e il pieno sostegno degli oltre quattrocento sindaci calabresi. (R.S.)

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com