Lsu/Lpu Calabria, rientra la protesta di Villa San Giovanni. Usb: “stabilizzazione subito”

"LA FEDERAZIONE USB ed i lavoratori lsu-lpu hanno deciso pochi minuti fa di sciogliere il presidio a Villa San Giovanni, che da questa mattina (10 dicembre 2012, ndr) stava bloccando il traffico dello stretto. La decisione è arrivata al termine di una lunga trattativa con il Presidente della Giunta Regionale e con il Presidente del Consiglio Regionale. La Federazione regionale USB Calabria aveva dichiarato per oggi uno sciopero regionale dei precari ed indetto la manifestazione a Villa (nella foto), così centinaia di lavoratori precari, che stanno lottando per il diritto ad avere un futuro, hanno raccolto l’invito e si sono dati appuntamento dalle 10 di questa mattina a Villa San Giovanni. Il presidio è durato tutta la giornata e le proteste sono state veementi, ma tutta la manifestazione si è svolta in modo civile, raccogliendo anche la solidarietà  dei passanti. Il Presidente Scopelliti ha fatto sapere che la Giunta regionale, riunita in queste ore, ha deciso di deliberare  la copertura finanziaria per rinnovare i contratti per tutto il 2013. Il Presidente del Consiglio Talarico, invece, ha convocato USB a Reggio Calabria, per dopodomani, 12 dicembre alle ore 16,00, per capire come arrivare al tavolo tecnico nazionale, richiesto più volte dai lavoratori per far cessare la precarietà  degli oltre 5.000 precari. E’ evidente che USB ed i lavoratori ritengono assolutamente parziali ed insoddisfacenti questi risultati, perché l’obiettivo dichiarato è la stabilizzazione per tutti. Per questo motivo, lo stato di agitazione continua ed il 12 dicembre, mentre ci sarà  l’incontro con il Presidente, USB chiama i lavoratori per un nuovo presidio sotto il palazzo del Consiglio regionale a Reggio Calabria".

Fonte: USB Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com