Al via la mostra temporanea ‘Cosenza preziosa. Maestri e opere dell’arte orafa’

SARA’ inaugurata venerdì 21 dicembre, alle ore 17.00, presso il Museo delle Arti e dei Mestieri, ubicato nel cuore del centro storico della città  capoluogo in Corso Telesio n. 17, la Mostra temporanea “Cosenza preziosa. Maestri e opere dell’arte orafa” – che rimarrà  fruibile per oltre quaranta giorni fino al 30 gennaio 2013, dando sfoggio della migliore produzione del settore orafo del territorio cosentino e non solo. La mostra si inaugurerà  con il Presidente Mario Oliverio (nella foto), gli Assessori Provinciali alla Cultura Maria Francesca Corigliano e alle Attività  Produttive Mario Caligiuri. Paartecipano il Soprintendente per i Beni storico-artistici ed etnoantropologici, la Soprintendenza ai beni archeologici della Calabria, i Direttori dei musei archeologici di Cosenza e Serra D’Aiello e dei musei diocesani di Cosenza e San Marco Argentano, del museo del Parco Nazionale della Sila, di San Giovanni in Fiore e di Vaccarizzo che hanno concesso in prestito le opere, gli orafi della provincia di Cosenza, l’artista orafo Fausto Maria Franchi di Roma. Nell’ambito della Mostra sono previsti laboratori orafi dall’8 gennaio fino al termine della stessa.

Per info e prenotazioni: 349 3711520 mam@provincia.cs.it

La mostra “Cosenza Preziosa. Maestri e opere dell’arte orafa” – promossa dalla Provincia di Cosenza, intende porsi come un’occasione per ricostruire le lontanissime origini dell’oreficeria meridionale, collocando le opere e i maestri orafi della provincia di Cosenza su un palcoscenico nazionale e in uno spazio senza tempo ove si affiancano i rudimentali gioielli dell’Età  del Ferro con le massime espressioni dell’arte contemporanea. Il fil rouge che accomuna contesti tanto lontani sia cronologicamente che semanticamente, è quello della creatività , della funzionalità  e dell’autorappresentazione. La produzione orafa della provincia di Cosenza è oggi assai varia e ricca di suggestioni: natura, mondo animale, gemme smalti e coralli sono alcuni dei temi che i valenti maestri propongono. La loro attività  si svolge in un continuo dialogo tra il passato e il presente, fra centro e periferia, fra richiamo dell’antico e della mitologia e manifestazioni di lusso, sfarzo e moderne geometrie. La mostra intende esaltarne il valore e l’unicità . Le opere del passato provengono dai Musei archeologici, dai Musei diocesani della Rete Museale della Provincia di Cosenza, dal Museo del Costume di Vaccarizzo albanese, dal Museo del Cupone del Parco Nazionale della Sila, dal Museo di Pietra Viva (Trentino Alto Adige) e dal Museo demologico e della storia sociale silana di San Giovanni in Fiore (www.retemuseale.provincia.cs.it). Esse dialogano con le pregevoli opere realizzate nei laboratori orafi del territorio provinciale (Cosenza, Rende, Castrovillari, Corigliano, San Giovanni in Fiore, Santa Sofia d’Epiro, Mirto ecc.), con le botteghe di Borgo degli orefici a Napoli e con le poliedriche esperienze degli artisti/orafi Gianpaolo Babetto, Fausto Maria Franchi e Graziano Visintin, tra i principali esponenti della corrente internazionale del “gioiello artistico”, provenienti da Padova e Roma. L’intento che informa la mostra “Cosenza Preziosa. Maestri e opere dell’arte orafa” è quello di considerare ogni singola opera d’arte (e di artigianato d’eccellenza) come emblema di una congiuntura culturale specifica e come segno tangibile di un tessuto sociale limitato nello spazio ma erede di antichissime tradizioni, tentando di annettere nuovi territori e nuove personalità  ai più ampi e noti tracciati dell’arte e dell’artigianato nazionale. Il tutto nella consapevolezza che il mondo artistico e artigianale contemporaneo viva nel costante dialogo di tradizione e innovazione, percepibile nelle numerose e ricche sezioni di cui la mostra è composta. Il gioiello ha ormai trasceso dalla sua valenza ornamentale e assurge a opera d’arte. Il Museo delle Arti e dei Mestieri della Provincia di Cosenza lo propone al pubblico, trasferendo ai visitatori l’operosità  dei maestri orafi con l’esperienza dei laboratori artigiani.

Sarà  possibile visitare la Mostra tutti i giorni e domenica solo su prenotazione

Fonte: Provincia di Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com