Vertenza Fondazione Betania, riunione all’assessorato regionale. Nota dell’USB

Il 17 Dicembre u.s. presso l’Assessorato Regionale al Lavoro e Cooperazione – Dipartimento Politiche del Lavoro, si è svolto l’incontro congiunto per la procedura di licenziamento, come richiesto dalla fondazione Betania – Onlus di Catanzaro che interessa 49 lavoratori. L’incontro a cui erano presenti la Federazione USB con Antonio Fragiacomo, Giovanni Carioti Giovanni e con la RSA Vittoria Dieni, i rappresentanti dell’Assessorato al Lavoro, la Fondazione Betania, nella persona del Presidente Don Biagio Amato, Confindustria e la Uil, si è concluso con il mancato accordo tra le parti. Al tavolo di conciliazione significativamente non erano invece presenti la CGIL e la CISL. L’USB, anche in questa sede ha ribadito la propria contrarietà  ai licenziamenti previsti da Fondazione Betania Onlus, proponendo (al contrario delle altre OO.SS.) possibili alternative al licenziamento, rafforzando quanto già  espresso formalmente nella nota a verbale del Novembre u.s.. USB dopo avere preso atto di alcune proposte avanzate da Fondazione Betania, in particolare la rimodulazione dell’orario di lavoro solo di alcune figure professionali, ha manifestato il proprio disaccordo, chiedendo che tale possibilità  venga estesa a tutti profili professionali interessati al licenziamento, al fine di evitare la fuoriuscita dal circuito professionale di qualsiasi lavoratore, ma soprattutto in considerazione del fatto che l’Assistenza, quale attività  prevalente di Fondazione Betania, deve necessariamente avvalersi del contributo delle diverse figure professionali quali OSS, Educatori, Tecnici laureati e impiegati preposti ai servizi generali e non solo di alcuni di essi. L’USB ritiene, infatti, che la crisi non debba l’occasione per licenziamenti di personale e, in tutti i casi, bisognerebbe eventualmente ridurre prima gli esuberi valutandoli però su tutto l’organico senza gravare, invece, esclusivamente su alcuni profili professionali. La USB esprime una minima soddisfazione per essere stata l’unica organizzazione a presentare un tentativo di proposta per provare ad allontanare per il momento i licenziamenti. Ora attendiamo le determinazioni della fondazione prima di intraprendere altre iniziative a tutela dei lavoratori.

Fonte: Federazione USB Lavoro Privato

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com