Piano Lago. Licenziati in quattordici, è polemica

CRISI, cassa integrazione, mobilità , licenziamenti. L’area industriale di Piano Lago, il comparto pensato e realizzato a partire dagli Anni Settanta (del Novecento) per dare risposte alla richiesta di lavoro delle popolazioni del Savuto, è sempre più in difficoltà . Un agglomerato (139 ettari di cui quasi 90 destinati a lotti industriali) ricadente nei comuni di Mangone e Figline Vegliaturo, a 15 chilometri da Cosenza, nel quale operano una sessantina di aziende con produzioni che vanno dall’agroalimentare all’elettronica, che continua a generare sogni, speranze ma, soprattutto delusioni (e tensioni). Come quelle dei quattordici dipendenti (nella foto) di due realtà  che operano nell’indotto, che nei giorni scorsi ore hanno ricevuto una brutta sorpresa: la lettera di licenziamento. Una nuova, triste, vicenda che già  prodotto polemiche con la Fiom Cgil pronta a dare battaglia. I sindacalisti, infatti, hanno annunciato manifestazioni di protesta a sostegno dei lavoratori che, a quanto pare, sono tutti iscritti alla Cgil. Ne sapremo di più nelle prossime ore. (G. St.)

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com