Scuola Web, primi gli alunni di Bianchi-Scigliano

L’ISTITUTO Comprensivo Bianchi – Scigliano si aggiudica il primo posto del concorso nazionale ”Scuola Web ambiente”. L’iniziativa educativa proposta dal Consorzio obbligatorio degli oli usati e rivolta a tutte le scuole del territorio nazionale, per la sua particolare peculiarità  è stata patrocinata dal Ministero dell’Istruzione e Ricerca, dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare in collaborazione con Lega Ambiente. Al Progetto “COU+15” che quest’anno ha sviluppato le tematiche dei cambiamenti climatici ha coinvolto in un concorso a premi gli alunni della scuola Primarie e Secondaria di tutta Italia. Tra le numerose scuole partecipanti al concorso, l’Istituto Comprensivo Bianchi-Scigliano, ha conquistato due primi posto con la classe quinta della Scuola Primaria di Bianchi e la seconda classe della Secondaria di Primo Grado di Scigliano (nella foto). Una doppietta che premia l’impegno e le capacità  degli allievi del Savuto. Molto soddisfatta la dirigente scolastica Fernanda Petrisano, che aggiunge ulteriori soddisfazioni per i buonissimi risultati conquistati sul “campo”dai sui alunni. Nelle precedenti edizioni, l’Istituto ha sempre conquistato le prime posizioni. I due docenti che puntualmente si tuffano in queste iniziative Rino Pascuzzo e Maria Francesca Amendola, hanno detto che il progetto proposto dal COOU è servito per incuriosire e stimolare la creatività  dei giovani e l’iniziativa si è svolta su internet utilizzando il sito “Scuola web ambiente” sul quale gli alunni hanno approfondito con l’aiuto degli insegnanti le diverse tematiche ambientali attraverso interviste, indagini e lavori di gruppo. Undici i bambini della scuola Primaria e dieci i ragazzi dell’ex scuola Media coinvolti nell’interessante e formativo progetto. Lodevole l’impegno degli allievi seguiti passo passo dai rispettivi docenti che hanno elaborato e inserito sulla propria pagina web interviste, fotografie, video, presentazioni in power point, disegni, ricerche ecc. Unanime il giudizio positivo dei docenti nel costatare l’impegno, l’interesse e l’apprendimento in una innovativa formula di lavoro impostata sull’utilizzo delle tecnologie informatiche. "I giovani alunni – hanno sottolineato i docenti Pascuzzo e Amendola durante il progetto – hanno sviluppato “capacità  di cooperare e lavorare in team, stimolato i processi creativi attraverso le esperienze di laboratorio, acquisito padronanza di espressione e comunicazione nei diversi linguaggi e nell’utilizzazione dei mezzi multimediali, ma soprattutto senso di responsabilità  nel rispetto e nella tutela dell’ambiente”.

Pasquale Taverna

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com