Il programma del 55° Carnevale di Castrovillari

LA CRISI c’è, non si può negare, e in periodo di crisi, si sa, si è costretti a fare dei tagli per far “quadrare i conti”; ma nonostante tutto (in primis le perduranti, profonde incertezze ancora oggi esistenti in riferimento al quantum dei finanziamenti pubblici), grazie alla passione dell’infaticabile Pro Loco del Pollino guidata da Giovanni Amato e al lavoro organizzativo del direttore artistico Gerardo Bonifati, anche quest’anno il Carnevale di Castrovillari, giunto alla sua 55° edizione,  è pronto a scendere in campo per regalare ai castrovillaresi e ai tanti turisti che, come nelle passate edizioni, per l’occasione giungeranno in città  da ogni parte della Calabria e dalle regioni limitrofe, dieci giorni all’insegna delle maschere, dell’allegria e del divertimento, ma anche della cultura e del folklore internazionale. La festa più pazza dell’anno, dunque, ancora una volta, come sempre e più che mai, è pronta ad essere protagonista assoluta anche ai piedi del Pollino, quasi a voler metaforicamente dare ossigeno (nel senso di speranza) e un segnale di normalità  ad un territorio messo a dura prova da un lunghissimo sciame sismico culminato nel forte evento tellurico dello scorso 26 ottobre. A seguito della presentazione del manifesto ufficiale di questa importante edizione, organizzata nel Palatenda di Mormanno proprio per testimoniare la vicinanza della manifestazione al paese più colpito dal terremoto, nel corso dell’odierna conferenza, come da tradizione ambientata nella suggestiva cornice architettonica di Villa Bonifati grazie alla squisita ospitalità  del Dott. Aldo Bonifati e della sua Signora, dopo la cerimonia di consegna del “Premio Carnevale 2013” – conferito a Don Giacomo Panizza (per la sua preziosa opera nel “Welfare Sociale” e per il suo impegno per la diffusione della legalità ) e a Sergio Gimigliano (in quanto vincitore del Jazzit Award come “Miglior Direttore artistico” d’Italia e come discografico di talento) – sveliamo il ricco programma del 55° Carnevale di Castrovillari (evento organizzato dalla Pro Loco cittadina in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale, con il contributo dell’assessorato al Turismo e Spettacolo della Provincia di Cosenza, dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, degli assessorati al Turismo e alla Cultura > Fondi F.U.C. per gli eventi storicizzati > della Regione Calabria e con il supporto di numerosi sponsor privati, primi fra tutti BCC Mediocrati e Gas Pollino), che prenderà  il via domani, sabato 2 febbraio, per concludersi martedì 12 febbraio p.v. In attesa degli eventi clou, costituiti dalle sfilate in maschera in programma lungo le principali vie cittadine nei pomeriggi di domenica 10 e martedì 12 febbraio, domani, sabato 2 febbraio alle ore 10.00, quello che è il carnevale calabrese per eccellenza inizierà  nel segno della cultura con l’inaugurazione di due mostre fotografiche rientranti nel Focus di approfondimento culturale sul Portogallo che caratterizza questa edizione del Festival Internazionale del Folklore (evento che da anni si accompagna al carnevale castrovillarese rendendolo unico nel suo genere e che da alcune edizioni si caratterizza per la partecipazione, accanto ai migliori gruppi della tradizione italiana, di gruppi folk provenienti da una nazione o da un’area geografica del mondo ben definita, alla quale è dedicato un focus di approfondimento culturale, con una serie di eventi cura della Consulta Scientifica della Pro Loco diretta da Filomena Bloise). Le mostre, allestite sotto la supervisione del consigliere della Pro Loco Giuseppe Iazzolino nella Sala 14 e nella Sala delle Arti del Protoconvento Francescano sono: “Josè Saramago, viaggio in Portogallo”, di Maurizio Bartolucci (in occasione dell’inaugurazione è prevista una illustrazione del percorso e un’intervista all’Autore a cura di Gianni De Marco) e "I viaggi dei Portoghesi e l’incontro con le civiltà ", a cura del Consolato Portoghese di Napoli in collaborazione con l’Associazione Italia – Portogallo. Nella serata di domenica 3 febbraio, invece, al Teatro Sybaris Carlo Catucci (presentatore ufficiale di tutti gli eventi del carnevale) ed Eva Greco presenteranno “Miss Carnevale in… musical!”, concorso di bellezza giunto alla sua IV edizione che terminerà  con l’elezione della Miss che da quel momento in poi sarà  la madrina ufficiale del 55° Carnevale di Castrovillari e che, in questa veste, presenzierà  a tutti gli eventi della manifestazione. I primi giorni della settimana, come di consueto, oltre all’appuntamento serale con “Scuole di danza a confronto” (evento a cura di Pagliaminuta Strumenti Musicali e UISP – Comitato territoriale di Castrovillari in programma il 4, 5 e 6 febbraio alle ore 20.30 al Teatro Sybaris) prevedono il Cineforum intitolato a Carmine Bonifati (giunto quest’anno all’VIII edizione), che, nell’ambito del focus sul Portogallo, vedrà  la proiezione nella Sala 14 del Protoconvento di tre film relativi alla realtà  lusitana, a cominciare da “Lisbon story”, film diretto da Wim Wenders in programma lunedì 4 febbraio alle ore 18 subito dopo l’illustrazione di una scheda geo-politica sulla città  di Lisbona a cura di Pasquale Pandolfi e una breve recensione del film a cura di Roberta Araimo. Martedì 5 febbraio, invece, alle ore 16.45, dopo una breve recensione film a cura di Alessandra Stabile, verrà  proiettata la pellicola “Alla rivoluzione sulla due cavalli”, mentre, a seguire, il giornalista Roberto Fittipaldi modererà  un dibattito sul tema: “Fascismo e fascismi in Europa”, che vedrà  la partecipazione dei professori Battista Alario ed Enzo Zicari e degli avvocati Lucio Rende e Riccardo Rosa. Alle ore 21, poi, dopo un Coffee Break a cura dell’I.P.S.S.A.R. di Castrovillari, sarà  la volta di “Sostiene Pereira”, preceduto dall’intervento critico-letterario di Angela Lo Passo e da una breve recensione di Myriam Martufi. Il 55° Carnevale di Castrovillari, che mercoledì 6 febbraio alle ore 19 presso la Palestra del Liceo Artistico “A. Alfano” proporrà  anche il 1° Torneo di Tennis Tavolo “Coppa Carnevale” (a cura dell’A.S.D. Tennis Tavolo Castrovillari), come di consueto entrerà  nel vivo il  giovedì grasso (7 febbraio), giornata che inizierà  in mattinata presso la sede del Convitto i.p.s.s.a.r. con la IX edizione del  “Fantasy Carnival Drink”, tradizionale Cocktail Competition volta alla creazione di “long drinks fantasiosi, colorati e poco alcoolici” a cura dell’istituto “Karol Jà³sef Woitila” di Castrovillari e riservata agli studenti degli istituti alberghieri di tutta Italia. Alle ore 17, dopo l’elezione della maschera più bella nell’area pedonale di Via Roma (a cura di Kontatto Production), lungo il percorso che da Piazza Municipio giunge a Largo Castello (passando attraverso il Ponte della Catena), sfilerà  il Corteo di Re Carnevale (che quest’anno sarà  aperto dai “Tamburi della Sila” e vedrà  la partecipazione dei figuranti della “Giudaica” e del “Palio dei Ciucci” di Laino Borgo), che culminerà  nel cortile del Castello Aragonese con la rappresentazione scenica del contrasto tra  Re Carnevale, Quaresima e Giangurgolo (a cura della compagnia teatrale “Scena Verticale”) e con l’Incoronazione di Re Carnevale, seguita dalla cerimonia di consegna delle Chiavi della Città  da parte del Sindaco Lo Polito, dalla cerimonia di apertura del 55° Carnevale di Castrovillari (a cura delle scuole di ballo Sarà  Danza, Pam e Fly Dance Academy) e dalla Festa e Convivio di Re Carnevale (con Banchetto di Carnevale a cura dell’Istituto Alberghiero di Castrovillari). Alle 21.30, poi, nel caratteristico rione castrovillarese della “Civita” si svolgerà  la XII edizione della “Sirinata d‘a savuzizza”, Concorso per Serenate tradizionali dedicato a Gianni Francomano realizzato in collaborazione con il Centro Anziani Antonio Varcasia con degustazione di vino e salsiccia offerti, rispettivamente, dalle “Tenute Campoverde” e da “Fattorie Covelli”, che terminerà  con una festa al Protoconvento Francescano. Dopo altre due giornate (venerdì 8 e sabato 9 febbraio) ricche di eventi di ogni tipo – si va da uno spettacolo di cabaret ai concerti di musica etnica, dance e di fado, passando per le feste in maschera; e, ancora, dal XXI Seminario di Studi e annesso Concorso scolastico (con lectio magistralis del Prof. Leonardo Alario sul tema “Mascherarsirivoltarsi. Festa, rivolta e gioco nel tempo di Carnevale”) alla I edizione del Festival di Teatro Popolare di Strada (in programma anche il 10 e il 12 febbraio alle ore 19 nell’area pedonale di Via Roma a cura di “Scena Verticale” con la partecipazione delle compagnie teatrali: “i Pirrupajni” e “Koreja 2000” di Castrovillari, “Il Cucco” di Mormanno, “KmZero” di Saracena e “Teatro Stabile” di Cassano) – domenica 10 febbraio alle ore 10.30, mentre nella Chiesa della S.S. Trinità   verrà  celebrata la “Messa della Pace” (che prevede la partecipazione di tutti i gruppi partecipanti al 55° Festival Internazionale del Folklore), lungo il percorso che da Via XX Settembre giunge a Piazza Municipio si potranno ammirare i bimbi mascherati impegnati, sotto il coordinamento di Tiziana La Vitola, nella “Parata della Gioia”; nel pomeriggio, invece, a partire dalle ore 15, saranno protagonisti, accanto ai gruppi folklorici e ai gruppi spontanei, i gruppi mascherati e i carri allegorici iscritti al XXI Concorso indetto dalla Pro Loco, che sfileranno da Corso Calabria fino a Piazza Municipio, dove ad attenderli ci sarà  la Giuria che dovrà  esprimere il proprio insindacabile giudizio. La penultima giornata del 55° Carnevale di Castrovillari (lunedì 11 febbraio) inizierà  in mattinata con un altro importante evento a carattere culturale rientrante nel Focus sul Portogallo e riservato agli studenti delle scuole castrovillaresi, che presso il Teatro Sybaris potranno ascoltare le relazioni delle docenti universitarie Giulia Lanciani, Rosaria De Marco e Maria Luisa Cusati sui due maggiori scrittori portoghesi (Pessoa e Saramago), per proseguire alle ore 15 al Polisportivo I Maggio con la V edizione del Torneo di Calcio (Categoria Esordienti) “Coppa Carnevale” (a cura dell’associazione sportiva dilettantistica “New Real Castrovillari”) e terminare in serata al Teatro Sybaris con uno degli appuntamenti storicamente più attesi del carnevale castrovillarese: il  Gran Galà  del Folklore, nel corso del quale verrà  consegnato ad uno dei gruppi partecipanti al Festival del Folklore il XVI Premio Cultura. Il Carnevale di Castrovillari 2013 vivrà , poi, il suo ultimo atto con gli eventi del martedì grasso (12 febbraio), giornata che sarà  inaugurata dal tradizionale “Scambio dei Doni” in programma alle ore 11 nella Sala Giunta di Palazzo Gallo e che proseguirà  con l’ultima sfilata in maschera che nel pomeriggio vedrà  scendere nuovamente “in campo” tutti gli iscritti al XXI concorso per Gruppi Mascherati e Carri Allegorici che sfilando lungo il tradizionale percorso che va da Corso Calabria a Piazza Municipio accanto al numeroso popolo di maschere spontanee proveranno a conquistare la simpatia della gente accorsa da tutto il Meridione e ad aggiudicarsi la vittoria definitiva del concorso. La sfilata conclusiva terminerà , come da tradizione, con la proclamazione dei gruppi e dei carri vincitori, con l’estrazione dei tagliandi vincenti della Lotteria di Carnevale (i cui biglietti si potranno acquistare per tutto il periodo carnascialesco in tutti gli esercizi commerciali cittadini al costo di 5 €, con la possibilità  di vincere uno dei 45 premi in palio – tra cui due scooter Kymco offerti da Motor Mania), con cerimonia di chiusura del 55° Carnevale di Castrovillari (a cura delle scuole di danza “Sarà  Danza”, “Pam” e “Fly Dance Academy”) e con la rappresentazione scenica della Morte e del Falò di Re Carnevale (a cura della Compagnia Scena Verticale). Nel corso della manifestazione, inoltre, oltre a poter visitare le due mostre fotografiche rientranti nel Focus Portogallo allestite presso il Protoconvento Francescano, grazie all’associazione culturale Sifeum negli spazi del neorestrutturato Castello Aragonese si potrà  partecipare ad un Corso sulla cartapesta (in programma il 2 e 3 febbraio nella Sala dell’accoglienza), visitare l’esposizione d’arte del maestro Mario Talarico sul tema “Anime nuove del Folklore del mondo” (allestita dall’1 al 13 febbraio nella Sala museale) e fare una visita guidata nel centro storico di Castrovillari. Nei giorni del Carnevale, infine, si svolgeranno il IX Concorso artistico per la realizzazione del manifesto “Carnevale dei Bambini”, il XXI Concorso fotografico a cura di Enzo Bruno e Pino Iazzolino, la XII Rassegna Enogastronomica “Il Carnevale e le tradizioni culinarie” (a cura dell’ Istituto Alberghiero di  Castrovillari), “Soul Food& Music” (con animazione e musica in tutti i locali della città ) e sarà  possibile, nei giorni di venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 febbraio dalle ore 19.00 alle ore 20.30, visitare il Museo Archeologico che ha sede presso il Protoconvento Francescano (Gruppo Archeologico del Pollino).

Informazioni per il pubblico:
Pro Loco del Pollino di Castrovillari
Corso Garibaldi, 160 – Palazzo Varcasia
87012 Castrovillari (CS)
Tel/Fax: 0981/27750
E-mail: prolococv@libero.it
Web: www.carnevalecastrovillari.it

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com