Lavoratori in mobilità  e cassa integrazione hanno manifestato in tutta la Calabria

LE MANIFESTAZIONI di ieri dei quasi 30.000 lavoratori in mobilità  ed in cassintegrazione (nella foto alcuni impiegati ex DNE del Savuto, oggi in mobilità ) svoltesi in tutta la Calabria hanno per ora ottenuto un primo risultato positivo, con l’impegno del Governo di stanziare una cifra di altri 40 milioni, che insieme alle risorse già  disponibili dovrebbero raggiungere la cifra di 100 milioni, sufficiente per permettere l’erogazione delle tre mensilità  arretrate del 2012 e dei primissimi mesi del corrente anno. Ma lavoratori e sindacati non possono dirsi pienamente soddisfatti dell’esito, fino a quando non saranno date risposte chiare, con impegni seri e che dovranno essere rispettati, in merito  al rinnovo della mobilità  e della CIGS in deroga per tutto il 2013, oltre a serie politiche attive di reinserimento lavorativo. Sempre nella giornata di ieri è stato anche fissato un incontro per il 7 febbraio tra le sigle sindacali CGIL, CISL, UIL  e l’assessore regionale al lavoro Stillitani, nel quale verranno ribadite con forza le richieste di lavoratori e sindacati. L’assessore ha già  garantito un impegno personale presso il ministro Fornero per dare una risposta positiva a tutte le richieste dei precari e delle loro famiglie. In mancanza di risposte chiare ed esaurienti dai Governi regionale e nazionale, i lavoratori ed i sindacati stanno già  valutando iniziative più incisive da intraprendere e mettere in atto già  nella prossima settimana.

Data: 6 febbraio 2013.

Fonte: Fim Cisl – Segreteria Provinciale (Cosenza).

 

                    
 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com