L’ispettore Giacomo Elia premiato a Milano

ALL’ISPETTORE di Polizia, Giacomo Elia (nella foto), assegnato a Milano il Premio alla Virtù Civica “Panettone d’Oro”. La notizia del riconoscimento rimbalzata a Bianchi,  paese natio e meta estiva preferita dall’Ispettore è stata salutata con soddisfazione ed enfasi dal sindaco Francesco Villella che telefonicamente ha espresso all’illustre concittadino il suo personale compiacimento e della comunità  tutta. La XIV^ edizione organizzata dal Coordinamento dei Comitati Milanesi con il patrocinio del Comune di Milano e  la collaborazione de il quotidiano “Il Giorno” – è stata ospitata nella Sala degli Alessi di Palazzo Marino. Una giornata importante per l’ispettore calabrese nativo del Comune di Bianchi e Capo della Segreteria della Questura milanese da molti anni. Alla presenza di un folto pubblico sono intervenuti il sindaco Giuliano Pisapia, il Questore Luigi Lavina, il presidente del Tribunale Livia Pomodoro, il presidente dell’Assoedilizia Achille Colombo Clerici, il giornalista Ugo Cennamo e tantissimi altri. Il premio alla Virtù Civica “Panettone d’oro” nato negli anni novanta è destinato a chi, con un comportamento costante nel tempo abbia manifestato una concreta rispondenza ai principi del vivere civico. Solidarietà , attenzione al territorio e all’ambiente, rispetto reciproco, tutela dei più deboli ed emarginati, rispetto della cultura e della tradizione civica e difesa dei diritti dei cittadini sono alcune delle virtù civiche che possono rendere meritevole del premio. Per questa ragione la giuria non sceglie i premiati in base alla notorietà  dell’atto compiuto o al numero di segnalazioni ricevute, ma valuta attentamente la costanza con cui le persone segnalate hanno messo in pratica e aiutato a diffondere un esemplare comportamento civico nella città  di Milano. Fra i cittadini milanesi più amati e stimati “eroi di tutti i giorni” destinatario dell’ambito premio spicca pertanto il biancaro Giacomo Elia. Motivazione: “Per decenni, con il suo dinamismo e la sua pronta disponibilità  ha costruito un prezioso ponte tra le Associazioni, i Volontari cittadini e la Questura di Milano, Capo della Segreteria di ben quattordici Questori”. Ai premiati è stato consegnato oltre l’attestato anche una spilla d’oro a forma di panettone, segno di ringraziamento della cittadinanza per aver contribuito a migliorare la vita dei milanesi e aiutato a diffondere un comportamento civico. Il concittadino Giacomo Elia, persona molta stimata in loco e paesi limitrofi all’età  di diciannove anni entra nella Polizia di Stato e dopo Alessandria, Roma, Torino e Firenze arriva a Milano assegnato all’ufficio di Gabinetto della Questura, ricoprendo delicati incarichi fino a quello di Capo della Segreteria. Numerosi sono gli attestati di stima e di amicizia conferiti nel corso della sua brillante carriera, non ultimo l’onorificenza a firma del Presidente Giorgio Napolitano di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Un tributo e una riconoscenza a un uomo, un figlio dello Stato che del lavoro e della solidarietà  ha fatto una ragione di vita.

Pasquale Taverna

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com