Gallo: “accelerano lo smantellamento del S. Barbara”

"LA INAUGURAZIONE del Dea (Dipartimanento Emergenza Accettazione, ndr) all’Annunziata di Cosenza aveva suscitato diffuse perplessità  negli ambienti più avveduti della Sanità  cosentina e calabrese. In carenza di personale e di strumentario adeguato, era apparso evidente a tutti che il <taglio del nastro> da parte del governatore Scopelliti era semplicemente una parata elettoralistica, tutta funzionale all’accaparramento di immeritati consensi. Infatti, la struttura non è nemmeno entrata in attività , nonostante la strombazzata inaugurazione. A distanza di qualche giorno l’ineffabile direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, Paolo Gangemi – <manager> di pronta ubbidienza scopellitiana, si è accorto che le perplessità  non erano del tutto ingiustificate e per evitare al suo protettore ulteriori brutte figure ha pensato di accelerare lo smantellamento dell’ospedale <Santa Barbara> di Rogliano, facendo annunziare, con una semplice telefonata, che da lunedì sarà  chiuso il Day surgery, con il conseguente trasferimento di oltre dieci unità , tra cui tre medici e otto infermieri, all’Annunziata di Cosenza. Il provvedimento riguarderebbe anche due medici di radiologia su tre e un tecnico di radiologia su tre. E preluderebbe alla chiusura totale delle due sale operatorie, recentemente ristrutturate a norma e costate milioni di euro. Non solo. Verrebbero meno gli esami Tac con contrasto, in presenza di un reparto di Medicina generale perfettamente funzionante e a fronte delle esigenze dei ricoverati. Suscita indubbiamente scandalo il fatto che un presidente della Regione arrivi al punto di sacrificare una struttura ospedaliera per meri interessi elettoralistici. Il problema del sistema sanitario locale non è quello di reperire personale per far funzionare i reparti, il problema piuttosto si lega alla piena incapacità  di chi gestisce la malcapitata sanità  pubblica in Calabria. Altre volte l’assorbimento di personale da Rogliano a Cosenza non ha risolto disfunzioni e disservizi, né è valso a spopolare le liste di attesa. Ancora in questo caso, non si tiene conto che la Tac con contrasto a Rogliano, con il servizio di Radiologia, garantisce all’utenza risposte a vista, ossia immediate, con zero tempi di attesa. I geni guastatori sono all’opera ancora una volta. Noi assumeremo iniziative per contrastare la furia demolitrice che il potere scopellitiano ha rivolto contro le comunità  di Rogliano e del Savuto”. Così, in una nota, il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo (nella foto), a proposito delle ultime vicende relative alla Sanità  cosentina, in particolare, al presidio ospedaliero <S. Barbara>.

 

Riceviamo dal sindaco di Rogliano, avv. Giuseppe Gallo, la seguente dichiarazione:

"INVITO il direttore generale dell’AO Gangemi a smentire pubblicamente le notizie secondo cui lunedi verrà  sospesa l’attività  di Day surgery a Rogliano e che verranno trasferite a Cosenza altre unità  di personale (medici anestesisti, infermieri) e addirittura strumentazioni e macchinari. Qualora nessuna smentita dovessero arrivare attuerà³ insieme alla cittadinanza forme di protesta dure".

Data: 16 febbraio 2013.

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com