LsU-LpU. Triplice: “la Regione non paga i lavoratori, presto l’inizio di una serie di lotte”

"I LAVORATORI LSU – LPU sono stanchi di aspettare la Regione Calabria. Passata la sbornia elettorale è giunto il momento di passare a fatti concreti. E ‘incomprensibile ed allarmante il mancato pagamento delle prime tre mensilità  dell’anno 2013 ed è ancora più assurdo non aver provveduto ai pagamenti arretrati dell’anno 2012 sussidio Lpu Dicembre e integrazione regionale ferma al mese di Agosto per i lavoratori LSU-LPU. Già  precedentemente abbiamo dovuto smentire le scellerate voci sul mancato rinnovo delle convenzioni sull’utilizzo per l’anno in corso. Non accettiamo la beffa di non vedere corrisposte le mensilità  per i lavoratori. Nidil Cgil Calabria , Felsa Cisl Calabria e Uil tem Calabria sollecitano urgentemente il presidente Scopelliti e l’assessore al Bilancio Giacomo Mancini a pagare al più presto i lavoratori. Dato che ad oggi tutti gli accordi presi da parte dell’assessore al bilancio e del presidente Scopelliti non sono stati mantenuti, A partire da subito inizieranno una serie di lotte contro la Regione Calabria con blocchi dei servizi presso gli enti utilizzatori a tempo indeterminato. Allo stesso tempo seguirà  una manifestazione presso la sede dell’assessorato al Bilancio della regione Calabria. Inoltre non appena si insedierà  il nuovo Governo centrale, occorre convocare al più presto il famoso ‘tavolo Romano’ per poter avviare un piano di stabilizzazione, visto che da oltre quindici anni questi lavoratori sono ormai indispensabili negli enti utilizzatori".

Data: 04 marzo 2013.

Fonte: Nidil Cgil Cosenza – Felsa Cisl Cosenza – Uil Temp Cosenza.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com