Parenti, provvedimento di archiviazione per Veltri

VIVA soddisfazione degli amici e della Comunità  di Parenti per l’archiviazione del procedimento a carico del dottor Pasquale Veltri (nella foto) coinvolto nei corsi di formazione professionale “fantasma”. La notizia ha fatto subito eco nel centro della Presila e restituito allo stimato professionista la serenità  e moralità  di giovane onesto. Compiacimento per l’esito positivo della vicenda è stata espressa anche dal sindaco Antonio Riga e da tutto il Consiglio comunale di Parenti, nel quale Veltri ricopre la carica di assessore. Come si ricorderà , nel maggio del 2012 la Procura della Repubblica di Cosenza seguendo il filone dei corsi per la formazione professionale, finanziati con fondi  Por Calabria 2000/2006 e organizzati sul Tirreno Cosentino denunciò 106 persone per truffa e malversazioni ai danno dello stato. Fra gli indagati figurava per l’appunto anche Pasquale Veltri, quale docente del corso in diverse discipline, mentre lavorava altrove. Un coinvolgimento nell’inchiesta costato molto al giovane Veltri, al punto di mettere in discussione la sua onestà  intellettuale e morale. Agli indagati, come Veltri non è rimasto che sottoporsi a interrogatorio e presentare le proprie memorie difensive. Veltri, assistito dall’avvocato Pierluigi Pugliese, sin dall’inizio ha sempre dichiarato di essere totalmente estraneo alla vicenda e respinto con energia sin da subito e fornito nel corso dell’interrogatorio, valide spiegazioni sull’assenza di condotte illecite contestate. Forte dalla sua trasparenza e onestà , Veltri ha dimostrato che le firme opposte sui vari registri di presenza e sulle schede del corso non erano le sue, erano false. Gli sviluppi dell’indagini per le 106 persone indagate per i corsi professionali “fantasma”  hanno portato il Pubblico ministero dottore Cozzolino a chiede il rinvio a giudizio di quaranta  di esse e l’archiviazione per le altre sessantasei. L’attesa sentenza che giunge dopo nove mesi scagiona e ridà  al giovane Pasquale Veltri la serenità  e l’onore di persona di sani principi morali.

Pasquale Taverna

Fonte: Il Quotidiano della Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com