Parlamentari 2013, Bruni (Giovani UDC Calabria) scrive ai vertici nazionali del Partito

Carissimi, molti giovani calabresi, nel corso delle ultime elezioni politiche, si sono impegnati a fondo e pur nelle difficoltà  riscontrate dall’UDC su tutto il territorio nazionale, hanno dato un contributo importante al partito, che in Calabria ha ottenuto un risultato eccezionale se paragonato al resto dell’Italia. Il movimento giovanile dell’UDC calabrese è già  classe dirigente, vantando numerosi amministratori nel territorio della nostra regione e nel cosentino in particolare. Nelle iniziative nazionali ci siamo sempre distinti per essere i primi in termini di partecipazione e di contributi organizzativi. Il nostro movimento giovanile è cresciuto negli anni grazie agli stimoli della nostra classe dirigente e in particolare dell’On. Roberto Occhiuto, che da sempre ha puntato sulle nuove generazioni. Per molti giovani che militano nel nostro partito e che credono nella buona politica, Occhiuto (che ha fatto tutta la trafila politica partendo dal consigliere di circoscrizione) è un modello da seguire. E’ ovvio che se la scelta relativa alle opzioni tra le regioni da premiare non dovesse ricadere sulla Calabria, e il movimento giovanile (tra i primi in Italia per partecipazione) si vedesse privare di colui che fino ad oggi ne ha costituito il punto di riferimento, in molti sarebbero disorientati, delusi e disillusi. Senza esprimere giudizi sul lavoro altrui, considerando il criterio del merito, Occhiuto ha condotto un’azione parlamentare , non solo per la Calabria ma per tutto il meridione, concreta ed apprezzata da tutti. Siamo convinti che per rilanciare l’attività  del nostro partito sia indispensabile partire dal merito e dai giovani. Con Stima e Amicizia. Così, in una nota inviata ai vertici nazionali dell’UDC, il segretario Giovani UDC Calabria, Andrea Bruni.

Data: 11 marzo 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com