L’Italia festeggia il Bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi

PER TUTTO il 2013 si festeggia in tutta Italia il Bicentenario della nascita di Giuseppe Fortunino Francesco Verdi, uno dei piu’ celebri compositori italiani, definito il musicista patriottico e popolare. Nato a Roncole di Busseto il 10 ottobre del 1813 raggiunse le estremità  piu’ alte del melodramma italiano. Al contrario dei suoi predecessori (Donizetti, Bellini, etc.), l’opera verdiana  riusci’ ad essere  ben concepibile anche al popolo, pur essendo di elevata qualità  artistica (trilogia popolare: Rigoletto, il Trovatore, la Traviata). Dando un contributo anche all’ Unita d’Italia con il suo patriottismo Verdi, inserisce, nei suoi corali, concetti che  ispiravano all’Unità  Nazionale. Il patriottismo di Verdi si esprime con il coro ebraico nel “Nabucco” – titolo originale Nabucodonosor, il noto Va pensiero, canto degli Ebrei deportati in Babilonia, simula il grido dei rivoluzionari del 48 contro gli occupanti austriaci, divulgandosi velocemente in tutta la penisola. Verdi partecipo’, anche, in veste di deputato nel Parlamento dell’ Italia appena unita dal 1861 al 1865. Quindi il suo brindisi del primo atto della Traviata ( Libiamo, libiamo ne’ lieti calici, che la bellezza infiora; e la fuggevol fuggevol ora s’inebrii a voluttà . Libiam ne’ dolci fremiti che suscita l’amore, poiché quell’occhio al core Onnipotente va) e ora attuale piu’ che mai. Il 1813 dava alla luce un altro grande compositore Richard Wagner.

Silvio Occhiuto

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com