Filcams CGIL: “quei licenziamenti sono illegittimi”

"NON C’E’ PACE per i dipendenti della Sud Carburanti, società  che gestisce il servizio di erogazione carburante sul tratto Rogliano Ovest della SA-RC. A  pochi mesi addietro risale la vicenda che aveva visto subentrare nell’affidamento del servizio di erogazione del carburante il marchio IP alla Tamoil, dopo la recessione dei contratti  da parte di quest’ultima con l’Anas, e le tante preoccupazioni destate da queste determinazioni da parte della petrolifera che aveva paventato il rischio dei posti di lavoro. In quelle settimane di forte apprensione la Filcams CGIL ha sostenuto i lavoratori con iniziative e sit-in davanti la sede Anas di Cosenza, investita direttamente dal problema in quanto ente competente alla gestione delle stazioni di servizio della tratta, ma subentrato il marchio IP sembrava si fosse allontanata l’ombra nera dei licenziamenti. Malgrado il sopraggiungere del nuovo marchio e il ricorso nel 2012 a forme di ammortizzatore sociale,  ciò non è stato sufficiente a modificare una gestione inidonea della società  che ha aggravato la situazione. Ad oggi i lavoratori devono percepire ancora i salari dal mese di ottobre del 2012, non sono state erogate le mensilità  relative alla 13^ e 14^2012 e l’azienda anziché preoccuparsi di come adempiere ai crediti maturati dai lavoratori che hanno, malgrado le difficoltà  economiche garantito il servizio, ha intravisto come unica soluzione il licenziamento di tre dei lavoratori presenti in organico. Infatti all’indomani della Pasqua di Resurrezione si sono visti recapitare comunicazioni di licenziamento. Questa la sorpresa che la Direzione della Sud Carburanti ha confezionato nelle uova ai suoi dipendenti, licenziati dopo tanti anni di servizio. La Filcams CGIL ritiene i licenziamenti non solo illegittimi, tanto nel merito quanto nel metodo, ma considera il comportamento dell’Azienda espressione inequivocabile di un operato criticabile privo di qualsiasi volontà  di restaurare un colloquio con una forza lavoro oggi affranta e demoralizzata. Successivamente a predetti licenziamenti infatti la Direzione vista l’obbligatorietà  di prestazione del servizio  h. 24  ha sostituito l’organico ormai estromesso con personale che non è neppure qualificato a svolgere le mansioni dimostrando l’inefficienza di una direzione  che non ha inteso neppure prevedere l’attuabilità  o meno rispetto all’organizzazione del lavoro.  La Filcams CGIL anche oggi , come nei mesi passati,  è stata vicina ai lavoratori e stamattina sulla stazione di servizio di Rogliano Ovest si è svolto un sit-in per portare a conoscenza dell’opinione pubblica il disagio vissuto da questi lavoratori. L’Organizzazione Sindacale, certa che la Petrolifera IP non sia disponibile ad avallare attraverso un comportamento silente il perdurare del contenzioso instaurato tra azienda e lavoratori, che certamente si tradurrebbe  per la stessa in un danno di immagine, auspica un pronto intervento". Così il segretario generale di Filcam Cgil, Maria Bruno, a proposito della vertenza che in queste ore sta interessando il personale della società  Sud Carburanti che opera sull’area di servizio Ip Rogliano Ovest della Salerno-Reggio Calabria.

Nella foto (di Giovanni Bombino): il sit in dei dipendenti dell’Area di Servizio Ip Rogliano Ovest, a sud di Cosenza.

Data: 4 aprile 2013.

Clicca e leggi anche:

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com