Calcio. Il punto sulla 2^ Categoria Calabrese (gir. C) *

di Salvatore DIANA *

ECCOCI qui ad uno degli ultimi appuntamenti infrasettimanali della nostra rubrica, per delineare la situazione a novanta minuti della fine del Campionato di Seconda Categoria, girone C, che vede l’ASD ROGLIANO 1948 nel ruolo di  favorita per il gran salto, dopo la già  promossa TERINA. Con la vittoria scontata di domenica scorsa sul BELSITO, la contemporanea sconfitta della TORRE  ALTILIA ed il pareggio del SILLANUM, è rimasta solo la FORTITUDO LAMEZIA ad impensierire seriamente mister Sergio Sirianni, che domenica dovrà  proprio  recarsi a Nocera Terinese coi suoi ragazzi per disputare l’ultima del  Campionato. E non bisognerà  assolutamente sperare nella “sazietà ” o nella “stanchezza” della capolista ai fini di un risultato utile alle proprie mire, i nicastresi sono lì ad un punto per approfittarne! Va bene che ormai si è  pervenuti ai play – off, ma se c’è la possibilità  di ottenere un piazzamento  privilegiato è stupido non cercare di approfittarne! Da parte sua il SILLANUM riceve il BIANCHI e non avrà  difficoltà  ad incamerare  i tre punti, che lo porterebbero agli attuali 43 della squadra roglianese. Come si vede conviene “non fare gli stupidi” e giocare con la dovuta concentrazione la propria partita, ricordando che i tirrenici sono stati già  battuti con un  goal di Tommy Lo Cicero a Belsito e quindi non si è di fronte ad una squadra – mostro! Le altre partite in calendario sono ininfluenti al discorso promozione e quindi ora ci occuperemo di un argomento correlato alla ASD Rogliano che merita di essere trattato. Nella partita di domenica scorsa mister Sirianni ha trapiantato dal vivaio in prima squadra tre “pianticelle” germogliate nella Scuola Calcio “ALLIEVI”  della ASD sotto la guida di vari allenatori, fra gli ultimi Giovanni Mirabelli  prima e Francesco Grimaldi dopo! Già  nel turno casalingo precedente era stato  fatto esordire nel secondo tempo, con successo, l’attaccante Francesco Mancuso,  classe ’96; nell’ultimo incontro ha mandato in campo sin dal primo minuto una promessa del calcio roglianese, Marco Aragona, difensore e coetaneo di Francesco mentre nella ripresa ha esordito anche il centrocampista Manuel  Ruffolo (nella foto) ed è tornato in campo per la seconda volta Mancuso, in sostituzione di Andrieri. Tutti i tre ragazzi hanno superato da veterani il loro esame, ma tra  i loro compagni degli “allievi” ve ne sono altri che scalpitano. Ed a ragione,  perché hanno buoni numeri! Quindi la Società  del presidente Arcamone comincia a raccogliere i frutti del proprio paziente operato e questa è una cosa positiva da elogiare e sostenere!  Noi ci auguriamo che si possa anche assaggiare la soddisfazione d’una nuova promozione, in attesa del nuovo stadio che ancora non c’è e che costringe la  Dirigenza rossonera ad autentici salti mortali per disputare il proprio campionato, in rappresentanza di Rogliano Città ! Si vive anche di Sport, non solo di Politica!!!

Data: 24 aprile 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com