LpU-LsU Calabria. L’Unione Sindacale di Base (USB) scrive ai sindaci: “sostenete questi lavoratori, sono indispensabili per gli Enti locali”

DA LUGLIO oltre ai tanti disoccupati che già  esistono, altre 5.200 persone in Calabria si troveranno a dover fare i conti con lo spettro della disoccupazione: un prezzo che la nostra regione non può sopportare. Per questo motivo USB Calabria, oltre ad aver indetto uno sciopero con manifestazione a Catanzaro per il prossimo 8 maggio, ha scritto una lettera aperta ai sindaci calabresi, chiedendo loro di aderire a questa iniziativa. Così, in una nota, i dirigenti dell’USB Calabria, a proposito della vertenza realtiva ai lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità  (nella foto) che il prossimo 8 maggio (2013) sciopereranno, ancora una volta, per rivendicare i propri diritti.

Di seguito il testo della lettera inviata ai sindaci dei Comuni calabresi:

 

Mercoledì 8 maggio a Catanzaro
 
la grande manifestazione dei lavoratori Lsu-Lpu
 
Ill.mo Sig. Sindaco l’applicazione della sentenza della Corte Costituzionale riguardante i lavoratori lsu-lpu della regione Calabria, non solo butterà  fuori dal mondo del lavoro oltre 5.200 famiglie, ma metterà  in crisi (in alcuni casi addirittura paralizzerà ) l’attività  di molti comuni calabresi. Questi lavoratori, che da oltre 15 anni vivono con la spada di Damocle del precariato sulla propria testa, aspettando una stabilizzazione che oggi appare più che mai lontana, sono diventati, con i servizi che quotidianamente prestano nei comuni di assegnazione, punti di riferimento fondamentale per garantire le attività  degli Enti Locali. Infatti, con i blocchi dei turn over imposti dai governi centrali e con il cappio dei patti di stabilità , nel corso di questi anni, i comuni non hanno quasi mai potuto rimpiazzare i vari pensionamenti con assunzione di nuovo personale, così l’operato dei lavoratori lsu-lpu è divenuto via via sempre più indispensabile. Ecco allora perché è ancora più ingiusto che questi lavoratori siano buttati per strada dopo tutti questi anni. Mercoledì 8 maggio, indetto dalla Federazione Regionale USB Calabria, ci sarà  lo sciopero regionale di tutti i lavoratori precari lsu-lpu, con manifestazione a Catanzaro. Molti sindaci della regione, condividendo le motivazioni, hanno già  dato la propria adesione alla manifestazione e contiamo sul fatto che sfileranno assieme ai lavoratori. Riteniamo fondamentale che, però, tutti i sindaci, o almeno i più sensibili tra voi, diano l’adesione e siano presenti alla manifestazione di Catanzaro. Le chiediamo, pertanto, di darci conferma via mail dell’adesione e di accompagnare i lavoratori nella sacrosanta richiesta di rispetto dei propri diritti.
 
Tutti in piazza a Catanzaro
 
giorno 8 maggio 2013
 
Concentramento ore 10,00
 
Tangenziale ovest entrata nord della Città 
 
Parco dell’Agraria (Parco della Biodiversità )
***
Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com