Lsu-Lpu Calabria, la Felsa Cisl: “trasformare la precarietà  in tempo indeterminato”

La Felsa Cisl di Reggio Calabria, a seguito pubblicazione BURC ”Disciplina transitoria per l’erogazione dei finanziamenti LSU/LPU”, sollecita gli Enti che impiegano LSU/LPU (nella foto) a presentare senza alcun indugio la documentazione necessaria per la rimodulazione dei relativi progetti, garantendo così la continuità  dei servizi e delle spettanze economiche dei lavoratori. L’importante opportunità  non può essere assolutamente disattesa o subire dilazioni. In ballo ci sono peculiari servizi di pertinenza degli Enti erogati all’utenza proprio grazie ai suddetti lavoratori che, seppur percettori di sussidi minimi senza alcuna copertura contributiva, non hanno lesinato negli anni applicazione ed impegno, permettendo così ai vari Enti di ottemperare in modo esaustivo a precisi doveri verso la collettività . Sullo sfondo rimane intatta, comunque, l’esigenza di trasformare la “precarietà ” in tempo indeterminato. Ciò al fine di poter contemperare le diverse e delicate esigenze. Nel merito chiediamo alla regione Calabria di riportare al centro della sua agenda questa importante ed annosa tematica.

Fonte: dalla Rete.

Data: 26 aprile 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com