Acqua Bene Comune. Anche il Savuto ci mette la firma

L’ACQUA è un bene comune la cui disponibilità  è un diritto inviolabile (e inalienabile) della persona. Al Referendum del giugno 2011 quasi ottocentomila calabresi si sono espressi contro la privatizzazione del servizio idrico sostenendo i quesiti proposti dal Comitato ‘2 Si per l’Acqua Bene Comune’. Contro le logiche di mercato un’ampia coalizione sociale è impegna – in questi giorni – a promuovere una legge di iniziativa popolare per la realizzazione, in Calabria, di un modello per la gestione del Servizio Idrico Integrato in grado di ottimizzare le risorse e venire incontro alle esigenze dei cittadini. Dieci punti per dire “Si” all’acqua pubblica. Per dire “Si” ad un sistema finalizzato al miglioramento della gestione e delle infrastrutture nell’interesse generale delle popolazioni. La raccolta firme è attiva anche nelle Comunità  del Savuto grazie all’azione dei Movimenti che si stanno adoperando anche per quanto riguarda la Campagna Rifiuti Zero che in Italia coinvolge circa duecentocinquanta importanti associazioni. (R.S.)

Nella foto: il punto di raccolta firme istituito nei giorni scorsi a Santo Stefano di Rogliano (Cosenza).

Cliacca e leggi anche:

***

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com