Nicotera, in Calabria un Primo Maggio diverso

LA USB Calabria, con i lavoratori del pubblico impiego, del privato, con i disoccupati, sarà  presente alla manifestazione del 1° maggio 2013 a Nicotera, per discutere con quelle associazione che oggi si contrappongono al progetto di distruzione del territorio. In questa occasione, la USB vuole porre l’attenzione sulla drammaticità  della questione lavoro in Calabria, con punte di disoccupazione che toccano ormai oltre 25.000 unità , mentre la politica si appresta a buttare altri 5.200 lavoratori lsu/lpu fuori dal circuito lavorativo entro luglio, per presunte mancanze di fondi, senza tener conto che questi lavoratori hanno permesso, fino ad oggi, di mantenere gli uffici degli enti locali aperti ed efficienti. La USB, dunque, sarà  a Nicotera non per festeggiare, perché oggi non abbiamo nulla da festeggiare in Calabria, ma:

• per ribadire il ruolo centrale che deve avere il lavoro in questa regione fatta di sprechi consulenze ed “amicizie”;
• per dire NO a quei sindacati e politici  che non hanno battuto ciglia quando Monti e la Fornero hanno massacrato, con un accanimento mai visto prima, lavoratori, giovani, pensionati, abolendo pezzo dopo pezzo diritti e garanzie, in nome di una fantomatica crescita che non è mai arrivata, ma che, al contrario, ha provocato l’aumento vertiginoso della disoccupazione, della precarietà , della disperazione e del degrado sociale;
• per contrastare il patto tra Organizzazioni sindacali concertative e Confindustria, che ripropongono l’infausta stagione iniziata nel 1993 con la concertazione e la politica dei redditi, che ha permesso alle aziende di accumulare enormi profitti, di ristrutturare, di delocalizzare, di appropriarsi della ricchezza sociale, mentre nel contempo le privatizzazioni si mangiavano enormi fette di stato sociale e ai lavoratori sono toccate diminuzione dei salari, precarietà , licenziamenti e impoverimento.

Saremo in piazza, anche, per opporci come cittadini di questa regione a progetti come il rigassificatore nella piana di Gioia Tauro che porterà  altri veleni, laddove una volta a lavorare c’erano i pescatori con le loro “spadare”: altro che sviluppo del turismo, ora, tra navi affondate e veleni sversati in mare, ci limiteremo a diventare numeri di ammalati, buoni solo per le statistiche!!!  La USB invita tutti i lavoratori a presenziare NOI ci saremo per dire la nostra. TUTTI a Nicotera per un 1° MAGGIO diverso dai concertoni del divertimento!

Fonte: Federazione Regionale USB Calabria.

Il Programma di Nicotera

***

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com