Inaugurata a la Valletta (Malta) la mostra su Mattia Preti

ALLA PRESENZA del Presidente della Repubblica George Abela e delle massime autorità  di Malta e’ stata inaugurata al Palazzo Magistrale di La Valletta la mostra sui 400 anni dalla nascita di Mattia Preti. L’evento e’ stato promosso d’intesa tra la Regione Calabria, il Comune di Taverna ed Heritage Malta. La mostra si intitola "Mattia Preti. Della fede e umanità " che, curata da Giuseppe Valentino e Sandro Debono, ha avuto un’anteprima italiana al Museo Civico di Taverna dal 24 febbraio al 21 aprile, con uno straordinario successo di pubblico. In rappresentanza del Presidente Scopelliti, e’ intervenuto all’inaugurazione l’Assessore Regionale alla Cultura Mario Caligiuri, accompagnato dal Sindaco di Taverna Eugenio Canino. Il Presidente Abela ha detto "che la mostra e’ molto attesa perché’ non c’e’ chiesa a Malta in cui non ci sia traccia di Mattia Preti, che e’ un artista di levatura mondiale nella storia dell’arte. L’evento su Mattia Preti non poteva che toccare Malta, dove il pittore ha trascorso una parte consistente della sua vita, e’ sepolto nella Co-Cattedrale di San Giovanni ed ha lasciato oltre quattrocento testimonianze delle sua irripetibile opera" – ha detto Caligiuri che ha ricordato come "dopo Williamsburg, Taverna e La Valletta, sono previste anche le mostre di Venaria Reale e  Palazzo Braschi a Roma, con il coordinamento scientifico di Vittorio Sgarbi. In questo modo, le celebrazioni pretiane assumono davvero una valenza internazionale, rappresentando probabilmente il più importante evento culturale mai promosso dalla Regione Calabria". Caligiuri, che in mattinata ha incontrato l’ambasciatore italiano Giovanni De Vito, ha auspicato un rapporto di collaborazione culturale con la Repubblica di Malta a livello scolastico, universitario e della ricerca, anche in vista del 2018, quando La Valletta diventerà  capitale europea della Cultura. Allo scopo ha ricordato le iniziative che la Regione Calabria sta svolgendo in un’ottica mediterranea: dal progetto "Pitagora Mundus" con oltre 350 giovani egiziani che stanno studiando negli istituti tecnici della regione; all’iniziativa "Calabria Jones" che ha visto coinvolti l’estate scorsa circa 5000 ragazzi alla scoperta dei beni culturali, per fare diventare la regione uno dei poli internazionali della ricerca archeologica; a "Calabria Innova", la societa’ costituita con Area Science Park di Trieste per la creazione di una rete dell’innovazione tra Europa, Africa ed Asia. "Tutto questo – ha concluso – per dimostrare come la Calabria possa svolgere un ruolo significativo come polo formativo, culturale e della ricerca nel Mediterraneo". Il sindaco Canino ha affermato che l’evento conferma la tradizionale collaborazione culturale tra il Comune di Taverna e Malta e rappresenta solo il punto di partenza per tante altre iniziative con tutta la Calabria. Presenti all’inaugurazione della mostra i componenti del comitato scientifico della Regione Calabria per le celebrazioni su Mattia Preti Luigi Tassoni e Giuseppe Mantella. Mantella da oltre 15 anni e’ impegnato a Malta nel restauro delle opere di Mattia Preti nella Co-Cattedrale di San Giovanni, riportandola al primitivo splendore.

Fonte: Caligiuri.it

Data: 06 maggio 2013.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com